Differenze tra le versioni di "Arthur Rimbaud"

*''Il [[Sole]], focolare di tenerezza e vita, | Versa amore bruciante alla terra estatica, | E stesi nella valle noi sentiamo | Che la terra è nubile e trabocca di sangue; | Che il suo seno immenso, gonfiato di un'anima, | È amore come dio, è carne come donna, | E in sé racchiude, pregno di raggi e linfa, | Il vasto brulicare di tutti gli embrioni! | E tutto cresce, e tutto sorge! | – [[Venere]], oh Dea!'' (da ''Credo in Unam'', vv. 1-9, 1992)
*''Da mille anni e più la dolorosa Ofelia | Passa, fantasma bianco, sul lungo fiume nero; | Da mille anni e più la sua dolce follia | Mormora una romanza al vento della sera. | La brezza le bacia il seno e discende a corolla | Gli ampi veli, dolcemente cullati dalle acque; | Le piange sull'omero il brivido dei salici, | S'inclinano sulla fronte sognate le giuncaie.'' (da ''Ofelia'', vv. 5-12, 1992)
*''No, a [[Diciassettenne|diciassette anni]] non si può essere seri.'' (da ''Romanzo'', v. 1, 1992)
:''Quando hai diciassette anni non fai veramente sul serio.'' (1978)
*''Poi sentirai sulla guancia un solletico... | Un bacio leggero, ragno impazzito, corre | Su e giù per il collo...'' (da ''Sognato per l'inverno'', vv. 9-11, 1992)