Differenze tra le versioni di "Naso"

199 byte aggiunti ,  5 anni fa
nessun oggetto della modifica
(+1)
*''Guardami in faccia, e poi dimmi quale speranza | consentir mi potrebbe questa protuberanza! | Io non m'illudo, no. — Talor certo, m'avviene | d'intenerirmi anch'io nelle notti serene; | e, se in qualche giardino entro, aspirando il maggio | con il mio poveraccio di naso, sotto un raggio | di argento qualche donna che passeggia a braccetto | di un cavaliere io seguo, e il cor mi balza in petto, | e penso, ahimè, che anch'io vorrei meco averne una | per passeggiare a lenti passi sotto la luna. | E mi esalto, e m'oblio... Quand'ecco all'improvviso | l'ombra del mio profilo su pel muro ravviso!'' ([[Edmond Rostand]])
*Il naso di Cleopatra: se fosse stato più corto, tutta la faccia della terra sarebbe cambiata. ([[Blaise Pascal]])
*Il naso per un cane è quello che per l'uomo sono gli occhi. I cani con il loro fiuto avvertono i movimenti di un uomo come gli uomini ne avvertono, con gli occhi, il suo aspetto. ([[H. G. Wells]])
*La maggior parte della gente non capisce come altri possano soffiarsi il naso in un modo diverso dal loro. ([[Ivan Sergeevič Turgenev]])
*L'amore e il naso rosso non si possono nascondere. ([[Proverbi italiani|proverbio toscano]])