Differenze tra le versioni di "Gianni Baget Bozzo"

m
→‎Citazioni di Gianni Baget Bozzo: archiviostorico.corriere su archive.org using AWB
m
m (→‎Citazioni di Gianni Baget Bozzo: archiviostorico.corriere su archive.org using AWB)
*[[Giulio Andreotti|Andreotti]] ha fatto tutto e il contrario di tutto; [[Arnaldo Forlani|Forlani]] niente e il contrario di niente.<ref>Da un'intervista del 14 ottobre 1981 a [[Roberto Gervaso]], da questi citata nel suo ''Ve li racconto io'', Milano, Mondadori, 2006, p. 47. ISBN 88-04-54931-9</ref>
*La politica di Craxi ha per sé il presente, ha per sé il futuro, ha per sé l'eterno. (al congresso socialista di [[Verona]] del 1980; citato da Ida Dominijanni, ''«Don Gianni», teologia e demone politico'', ''Il manifesto'', 9 maggio 2009)
*{{NDR|Alla domanda se avesse mai provato sentimenti omosessuali}} Certamente. E più di una volta. Io vivo l'amicizia in maniera molto forte, anche in questi termini. Del resto credo che l'omosessualità possa essere un fatto cristiano [...] La Chiesa può ammettere che due persone dello stesso sesso si scambino affettuosità e usino una terminologia prettamente erotica [...] [[Papa Paolo VI]] nel documento "Persona umana" definisce l'omosessualità come una "condizione disordinata", non peccaminosa. Cosa significa "condizione disordinata"? Bisognerà discuterne.<ref>Citato in Alessandro Trocino, ''[https://web.archive.org/web/20160101000000/http://archiviostorico.corriere.it/2000/giugno/10/Baget_Bozzo_sentimenti_omosessuali_co_0_0006105999.shtml Baget Bozzo: ho sentimenti omosessuali]'', ''Corriere della Sera'', 10 giugno 2000, p. 4.</ref>
*Ho sempre notato che l'unica figura definita dal vangelo "iniqua" è quella di un giudice: e mi pareva una definizione azzeccata. Il [[fascismo]] era stato meno odioso di questa burocrazia togata che usava la violenza in nome della giustizia. Nella storia d'Italia, se la libertà avesse prevalso, come ormai mi sembra certo, i nomi dei magistrati di Milano, i [[Antonio Di Pietro|Di Pietro]], i [[Francesco Saverio Borrelli|Borrelli]], i [[Piercamillo Davigo|Davigo]], le [[Ilda Boccassini|Boccassini]] sarebbero per sempre stati "''signati nigro lapillo''" come figure da ricordare con orrore, quelle del giudice iniquo.<ref>Citato in Lorenzo Fuccaro, ''[https://web.archive.org/web/20160101000000/http://archiviostorico.corriere.it/2004/gennaio/25/Fascismo_meno_odioso_della_burocrazia_co_9_040125011.shtml «Fascismo meno odioso della burocrazia togata»]'', ''Corriere della Sera'', 25 gennaio 2004, p. 3.</ref>
*Il [[Dio]] [[islam]]ico non ha nulla in comune con l'uomo: è una Presenza senza misura, fonde in sé la personalità e l'impersonalità. [...] Per il [[cristiano]] appare qui evidente che cosa significhi per lui la [[Trinità]], cioè il fatto che Dio sia una relazione tra persone, che sia cioè intrinsecamente umano. [...] Il Dio cristiano è persona e può essere inteso solo come una relazione tra persone.<ref>Da ''L'uomo, l'angelo, il demone'', Rizzoli, 1989, pp. 148-149.</ref>
*Sul fronte dell'anticlericalismo e dell'avversione alla Chiesa stiamo assistendo ad una vera e propria deriva, parallela a certe battaglie politiche. C'è una marea anticristiana che monta in Europa, un sentimento anticattolico. È difficile prevedere con esattezza cosa accadrà. Oramai la violenza non tocca più solo la politica bensì la parte simbolica della società. Quindi anche la Chiesa.<ref>Citato in Roberto Zuccolini, ''[https://web.archive.org/web/20160101000000/http://archiviostorico.corriere.it/2007/aprile/30/Baget_Bozzo_segno_dell_anticlericalismo_co_9_070430094.shtml Baget Bozzo: è il segno dell' anticlericalismo dilagante]'', ''Corriere della sera'', 30 aprile 2007, p. 3.</ref>
*[[Maurizio Costanzo|Costanzo]] non mi piace. Litigammo nel '94 quando fece trovare a [[Silvio Berlusconi|Berlusconi]] un pubblico di persone ostili. [[Bruno Vespa|Vespa]] invece ha creato ''Porta a Porta'', un capolavoro. È stato più utile lui di [[Maurizio Costanzo|Costanzo]]. ''Porta a Porta'' è la cosa più utile che ci sia per il centro-destra.<ref>Dall'intervista di [[Claudio Sabelli Fioretti]], ''Sette'', 11 marzo 2004; citato in [[Marco Travaglio]], ''[http://www.repubblica.it/2003/k/rubriche/cartacanta/27-novembr/27-novembr.html Carta Canta – Vespa a Vespa]'', ''Repubblica.it'', 27 novembre 2007.</ref>
*{{NDR|Sul possibile successore di [[Silvio Berlusconi]]}} Il problema non si è ancora posto, per il momento. Comunque attualmente le due ipotesi più probabili sono [[Gianfranco Fini]] e [[Giulio Tremonti]]. A pari merito. [...] Non vedo donne come futuro leader, in Forza Italia nessuna è pronta e nemmeno in tutto il centrodestra.<ref>Citato in ''[http://iltempo.ilsole24ore.com/politica/2008/08/26/918599-fini_tremonti_leader_corsa_dopo_silvio.shtml «Fini e Tremonti i leader in corsa per il dopo-Silvio»]'', ''Il Tempo.it'', 26 agosto 2008.</ref>
*La trasformazione dell'elettorato in pubblico televisivo ha innalzato la qualità della democrazia ed ha avvicinato la democrazia diretta a quella parlamentare, ha avvicinato così la democrazia occidentale al suo modello, la democrazia ateniese, forma originaria della democrazia diretta.<ref>Da ''[http://www.legnostorto.com/index.php?option=com_content&task=view&id=23917&Itemid=26 «L'identità del Pdl»]'', ''Il Legno Storto'', 11 gennaio 2009.</ref>
*Tra noi e la sinistra c'è il sangue di Craxi che per noi grida vendetta al cospetto di Dio.<ref>Citato in ''[https://web.archive.org/web/20160101000000/http://archiviostorico.corriere.it/2000/agosto/29/Ferrara_Silvio_troppo_anticomunismo_co_0_0008294845.shtml Ferrara: Silvio, troppo anticomunismo]'', ''Corriere della Sera'', 29 agosto 2000, p. 8.</ref>
 
{{Intestazione|''Io credo. Il simbolo della fede parola per parola-Lettera a un vescovo su «Chiesa e Occidente»'', Mondadori, 2003}}
6 674

contributi