Differenze tra le versioni di "Massimo D'Alema"

sistemo
(sistemo)
==Citazioni di Massimo D'Alema==
*{{NDR|Nel 1993}} Ah-ah! È impensabile che il dottor [[Silvio Berlusconi|Berlusconi]] entri in politica. Deve occuparsi dei suoi debiti. Stia fermo, tanto prenderebbe pochi voti. Non siamo mica in Brasile!<ref>Citato in ''[http://d.repubblica.it/argomenti/2011/05/24/news/25_5-massimo_d_alema-349226/ Le ultime parole famose]'', ''D.Repubblica.it'', 24 maggio 2011.</ref>
*Lo dico e lo ripeto: [[Giuliano Amato|Amato]] è un bugiardo e un poveraccio. È uno che deve far di tutto per restare lì dov'è, sulla poltrona. Ma che devo fare? Devo dire vaffanculo?<ref>Citato in ''La Stampa'', dell'11 marzo 1993; citato in [[Marco Travaglio]], ''[http://www.repubblica.it/2003/k/rubriche/cartacanta/21-settem/21-settem.html Carta Canta – Proto-Vaffa Day]'', ''la Repubblica.it'', 21 settembre 2007.</ref>
*La [[Lega Nord|Lega]] c'entra moltissimo con la sinistra, non è una bestemmia. Tra la Lega e la sinistra c'è forte contiguità sociale. Il maggior partito operaio del Nord è la Lega, piaccia o non piaccia. È una nostra costola, è stato il sintomo più evidente e robusto della crisi del nostro sistema politico e si esprime attraverso un anti-statalismo democratico e anche antifascista che non ha nulla a vedere con un blocco organico di destra <ref>Citato in [http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1995/11/01/un-conclave-per-la-sinistra.html '"Un conclave per la sinistra'"], ''la Repubblica'', 1° novembre 1995.</ref>
*{{NDR|In visita alla sede di [[Mediaset]]}} Non sono qui per rendere omaggio a [[Silvio Berlusconi|Berlusconi]], ma a un'azienda che è un patrimonio per il Paese.<ref>Citato in Paola Di Caro, ''[http://archiviostorico.corriere.it/1996/aprile/05/Alema_Fininvest_non_dovete_temerci_co_0_9604052309.shtml D'Alema in Fininvest: non dovete temerci]'', ''Corriere della seraSera'', 5 aprile 1996, p. 3.</ref>
*La [[Lega Nord|Lega]] è un partito razzista. I leghisti sono antifascisti, ma razzisti [...] una strana forma di lepenismo non fascista del Nord.<ref>Citato in ''[http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1998/04/14/alema-lega-razzista.html D'Alema: Lega razzista]'', ''la Repubblica'', 14 aprile 1998.</ref>
*Non mi pare che al successo mediatico di [[Matteo Renzi|Renzi]] corrisponda una straordinaria ricchezza e novità di contenuti.<ref name="carro">Citato29 ottobre 2013; citato in ''[http://espresso.repubblica.it/palazzo/2014/07/08/news/sul-carro-di-matteo-renzi-c-e-posto-per-tutti-ma-ecco-cosa-dicevano-di-lui-i-nuovi-renziani-1.172572 Sul carro di Matteo Renzi c'è posto per tutti. Ma ecco cosa dicevano di lui i nuovi renziani]'', 17 luglio 2014''Repubblica.</ref><ref>Pronunciata da Massimo Dit'Alema', il17 29luglio ottobre 20132014.</ref>
*{{NDR|Riferendosi a Gnutti, Colaninno e all'irresistibile ascesa dei "capitani coraggiosi"}} Si tratta di un gruppo di imprenditori e di manager ben noti, che hanno fatto Infostrada e Omnitel. Forse stanno facendo il passo più lungo della gamba, ma questo sarà oggetto di valutazioni. Allo stato delle cose, consentitemi di apprezzarne il coraggio.<ref>19 febbraio 1999; citato in Biondani Paolo, Gerevini Mario, Malagutti Vittorio, ''Capitalismo di rapina'', p. 35.</ref>
*Essere stato [[P2|piduista]] vuol dire aver partecipato a un'organizzazione, a una setta segreta che tramava contro lo Stato, e questo è stato sancito dal Parlamento. Opinione che io condivido.<ref>DalCitato in ''Corriere della seraSera'', 8 marzo 2000.</ref>
*Trovo sinceramente di pessimo gusto aver fatto quest'incontro a [[Teano]]. L'idea di trasformare una pagina di storia patria in una messa in scena con [[Roberto Maroni|Maroni]] al posto di [[Giuseppe Garibaldi|Garibaldi]] o di [[Vittorio Emanuele II di Savoia|Vittorio Emanuele]] è un'offesa al nostro Paese.<ref>Da ''Polo-Lega, a Teano un «patto» per il Sud'', ''Corriere della seraSera'', 12 aprile 2000.</ref>
*Questo autolesionismo è la conferma di ciò che penso da anni. La sinistra di per sé è un male. Soltanto l'esistenza della destra rende questo male sopportabile.<ref>Dall'intervista a ''L'espresso'',; citato in ''[http://www.massimodalema.it/interventi//documenti/dett_partito.asp?id_doc=441 "Dall'Iraq alla fecondazione, dalla Gasparri alla Finanziaria, il Cavaliere ha fallito. E dopo le europee..."]'', ''MassimoDAlema.it'' 19 dicembre 2003.</ref>
*Io giro l'[[Italia]] e il tema drammatico che vedo emergere è la profonda sofferenza e la grande inquietudine della gente. Il Paese è pervaso da una passione triste. L'unico che si è dipinto un sorriso in faccia è il Cavaliere, ma lui com'è noto vive in un'altra dimensione che non ha niente a che vedere con la realtà.<ref>Dall'intervista di Massimo Giannini, ''[http://www.massimodalema.it/documenti/documenti/dett_dalema.asp?id_doc=1253 D'Alema: "Conflitto d'interessi faremo la nuova legge"]'', ''la RepubblicaMassimoDAlema.it'', 1° aprile 2006.</ref>
*Io sono un uomo di [[sinistra]] ragionevole che cerca di impegnarsi per il bene del Paese.<ref>Dall'intervista di Marco Cianca, ''[http://www.senato.it/notizie/RassUffStampa/060414/ajtui.tif «II premier fermi la strategia della tensione. Sì al dialogo sul presidente della Repubblica»]'', ''Corriere della seraSenato.it'', 14 aprile 2006, p. 9.</ref>
*{{NDR|Commentando la crisi di governo della sinistra nel febbraio 2007}} È un disastro, mi perdo la Roma in Champion's League...<ref>Citato in Massimo Giannini, ''[http://www.repubblica.it/2007/02/sezioni/politica/governo-battuto/d-alema-amarezza/d-alema-amarezza.html L'amarezza di D'Alema "Cosa volevano di più?"]'', ''la Repubblica.it'', 22 febbraio 2007.</ref>
*[[Silvio Berlusconi|Berlusconi]] ha buon gioco, perché veniamo da un periodo di vuoto d'autorità.<ref>Citato in ''Corriere della seraSera'', 25 maggio 2008.</ref>
*[[Nichi Vendola]] è l' unico in grado di rilanciare un'idea di sinistra in chiave moderna, gli altri mi sembrano troppo disorientati.<ref>Citato in ''Corriere della seraSera'', 25 maggio 2008.</ref>
*{{NDR|Alle elezioni primarie del Partito democratico 2012.}} Se si va sulla strada di [[Matteo Renzi|Renzi]] si va al disastro politico.<ref name="carro"></ref><ref>Citato in [''Primarie Pd, polemica sui fondi Renzi attacca: chi paga sms di Bersani?]'', ''Il Messaggero.it'', 8 novembre 2012 </ref><ref>Pronunciata da Massimo D'Alema l'8 novembre 2012.</ref>
*Siamo tutti d' accordo sul superamento delle alleanze come ammucchiate di tutti contro qualcuno, il che non vuol dire isolamento. Ora si tratta di farle sulla condivisione dei programmi.<ref>Citato in ''Corriere della seraSera'', 25 maggio 2008.</ref>
*È da temersi che la [[Chiesa]] ceda alla tentazione del potere e che il peso politico dei cattolici si indirizzi da una parte per ottenere in cambio la tutela giuridica di principi e valori, come aborto o fecondazione, perché diventino leggi imposte a tutti colpendo la laicità dello Stato.<ref>Citato in ''Corriere della seraSera'', 26 maggio 2008.</ref>
*La tentazione del potere è demoniaca e sempre, nella storia della [[Chiesa]], è stata all' origine di misfatti, di cui Giovanni Paolo II ha dovuto chiedere perdono.<ref>Citato in ''Corriere della seraSera'', 26 maggio 2008.</ref>
*L'altro giorno in parlamento ci siamo dovuti battere per difendere i diritti dei disabili gravi ad avere un'assistenza degna di questo nome. E ci siamo sentiti rispondere da parte di quell'energumeno tascabile che è il ministro [[Renato Brunetta|Brunetta]] che ci sono degli abusi. Ma se ci sono degli abusi bisogna colpirli senza cancellare i diritti. Con la sua virulenta campagna contro tutto ciò che è pubblico, Brunetta rischia di colpire beni pubblici essenziali e di fare di tutta l'erba un fascio.<ref>Citato in ''[http://www.corriere.it/politica/08_ottobre_21/dalema_brunetta_insulti_03d12a6e-9f96-11dd-b0d4-00144f02aabc.shtml corriereBotta e risposta tra D'Alema e Brunetta]'', ''Corriere.it]'', 21 ottobre 2008.</ref>
*Una delle ragioni per le quali io posso risultare ostico persino ad una parte dell'elettorato di sinistra è che io faccio sempre politica, anche in campagna elettorale.<ref>Dall'intervista a Repubblica Radio Tv ''[http://tv.repubblica.it/copertina/massimo-d-alema/33179?video Massimo D'Alema]'', 27 maggio 2009.</ref>
*{{NDR|Enrico}} [[Enrico Letta|Letta]] è solo un ''leader'' di transizione per un governo {{NDR|il [[Governo Letta]]}} momentaneo e con un programma di scopo. Non sarà utile una seconda volta. Per il futuro immagino [[Gianni Cuperlo]] alla segreteria del partito {{NDR|il [[Partito Democratico]]}} e [[Matteo Renzi]] a Palazzo Chigi.<ref name=previsioni>Citato in ''[http://www.corriere.it/politica/13_agosto_23/massimo-letta-berlusconi-fatto-quotidiano_4c7a566a-0be2-11e3-b588-54889b555b59.shtml Le previsioni di D'Alema: «Letta? Non ha futuro. Con Matteo Renzi vinciamo»]'', ''Corriere.it'', 23 agosto 2013.</ref>
*I [[Giornale|giornali]] italiani non sono tanto dannosi quanto irrilevanti. [...] Il confronto con i [[Giornale|giornali]] stranieri è umiliante. Quelli si occupano di cose serie mentre da noi si stampano solo cazzate. [...] Provo ripugnanza per questo modo di fare [[Giornale|giornalismo]].<ref>Da ''Magazine'', 4 giugno 2009.</ref>
*{{NDR|La«Lei dichiarazionedisse delnel 1995 sullache la [[Lega comeNord]] partitoera diuna costola della sinistra.»}} No, del movimento operaio, ed era un'analisi giustissima. Adesso che gli operai votano Lega lo dicono tutti, io l'ho detto 15 anni fa.<ref>(Da un'intervista a ''Panorama'', 31 luglio 2009; citato in Matteo Marchetti e Luca Sappino, ''[http://newrassegnaespresso.camerarepubblica.it/chiosco_newpalazzo/pagweb2016/immagineFrame03/11/news/le-migliori-stoccate-di-massimo-d-alema-1.asp?comeFrom=search&currentArticle=N17ZS253928 IlLe ritornomigliori stoccate di SpezzaferroMassimo D'Alema]'', 2009''Espresso.Repubblica.it'', 11 marzo 2016.</ref>
*Noi abbiamo una forma democratica della leadership: i leader possono cambiare. Mentre la destra italiana da sedici anni è sotto il comando imperituro di [[Silvio Berlusconi|Berlusconi]]. Però vorrei fare osservare che è la loro l'anomalia, non la nostra. Perché Berlusconi, che ha perduto per due volte le elezioni, nel '96 e nel 2006, tuttavia è rimasto a capo della destra, cosa che non avviene in nessun paese democratico. E perché Berlusconi, malgrado che abbia perduto per due volte le elezioni, Berlusconi è rimasto, ormai per quasi vent'anni, a capo della destra? Perché lui ne è il ''proprietario'', non il leader. E quindi questo è un concetto del tutto diverso. Ora, se si pensa che anche il centrosinistra debba avere un proprietario, ci si sbaglia. Siamo un'associazione libera.<ref>Dall' intervista a ''RaiNews24'', 5 agosto 2010 (Video disponibile su ''[http://www.youtube.com/watch?v=B4bXsUWZYWI intervistaYouTube.com] a RaiNews24, 5 agosto 2010''<!--20.40-->.</ref>
*Sono un partigiano di [[Zdeněk Zeman|Zeman]]. La sua è una figura che divide, di forte personalità, uno che ama il bel calcio.<ref>IntervistaDall'intervista condi Chiara Gamberale durante la festa del Pd romano, 4 luglio 2012; citato in Marco Sarti, ''[http://www.linkiesta.it/d’alema-zeman#ixzz1zjBHoFyS «La sinistra è Zeman, gioca bene ma prende tanti gol»]'', ''Linkiesta.it'', 5 luglio 2012.</ref>
 
{{intestazione|intervista al ''Corriere della sera'', 5 settembre 2009}}
 
{{intestazione|Dall'intervista di Maria Teresa Meli, ''[http://www.corriere.it/politica/09_settembre_05/intervista_dalema_80a08cee-99da-11de-80e2-00144f02aabc.shtml «Atto di barbarie, è allarme democrazia»]'', ''Corriere.it'', 5 settembre 2009}}
*[[Pier Luigi Bersani|Bersani]] è un leader autorevole, determinato a costruire un partito e un gruppo dirigente, dopo che si è pensato troppo a lungo che bastasse demolire ciò che c'era per costruire il nuovo.
*Bersani è un uomo di governo capace ed è sempre stato fuori dai conflitti personali all'interno del centrosinistra. Lui è di gran lunga la persona più adatta a guidarci in questa fase di ricostruzione del partito, dopo il periodo confuso che ha caratterizzato l'avvio del PD.
*{{NDR|In un mondo in cui:}} C'è il leggiadro [[Nichi Vendola|Vendola]] con la lingua di pezza e l'orecchino, che fa il [[Comunismo|comunista]] e vuole prendere il posto di [[Pier Luigi Bersani|Bersani]], che fa di tutto senza fare niente; c'è [[Walter Veltroni|Veltroni]], l'amerikano di piazza Fiume, aedo di [[John Fitzgerald Kennedy|Kennedy]] e bardo di [[Che Guevara]], che si destestavano. C'è il super «Baffino» D'Alema che si prende tanto sul serio e che nessuno ormai prende più sul serio. C'è [[Francesco Rutelli|Rutelli]] che non sa più quale gabbana indossare, avendole già indossate tutte. Ieri per il divorzio o l'aborto, oggi per il Papa e il Concilio di Trento. ([[Roberto Gervaso]])
*C'è sempre stata una timidezza reverente nei suoi confronti da parte dei giornalisti. ([[Giorgio Forattini]])
*D'Alema, del resto, è il più comunista di tutti: vuole andare al potere e mantenerlo senza la democrazia. ([[Silvio Berlusconi]])
*D'Alema, di' una cosa di sinistra! (''[[Aprile (film)|Aprile]]'')
*D'Alema è il più comunista di tutti: vuole andare al potere e mantenerlo senza la democrazia. ([[Silvio Berlusconi]])
*D'Alema è una jena, quelli che predicano odio prima o poi cadono. ([[Giorgio Forattini]])
*D'Alema, un grande stratega, le intuizioni storiche nascono sempre da grandi errori, come quando Colombo confuse l'America con le Indie. ([[Roberto Benigni]])
*È un imbroglione che non vuole dare al popolo la costituente. La sinistra è bugiarda: vuole godere i frutti del maggioritario mettendosi la maschera delle riforme. ([[Umberto Bossi]])
*Non volevo una carezza da lui, ma una intelligenza come la sua non può permettersi il lusso di dare la stura a una deriva catastrofica del suo partito e del centro sinistra. ([[Nichi Vendola]])
 
*{{NDR|Alla domanda: ''Perché le piace tanto D'Alema?''}} Perché come me per attaccare i manifesti elettorali è andato di giro nottetempo con il secchio di colla di farina a far botte. Perché è un comunista nazionale e democratico, un berlingueriano di ferro, e quindi un quasi affine mio, non della mia bella nipote Bianca Berlinguer che invece è bella, brava e veltroniana. E poi è uno con i coglioni. Antigiustizialista vero, e per questo minacciato dalla magistratura. ([[Francesco Cossiga]])
*"Spezzaferro" sembra un tenentino della Belle époque, un coiffeur pour dames fine Ottocento uscito da una novella di Maupassant o da un romanzo di Guido da Verona. Ma ha la stoffa del leader. È il miglior fico del bigoncio diessino dell'ex-scuderia marxista-leninista, ripulita dall'ascetico [[Enrico Berlinguer|Berlinguer]] e ribattezzata, dopo la caduta del Muro berlinese, dal baffuto [[Achille Occhetto|Occhetto]]. ([[Roberto Gervaso]])
 
== Note ==
<references />
 
==Bibliografia==
*Biondani Paolo, Gerevini Mario, Malagutti Vittorio, ''Capitalismo di rapina'', Chiarelettere, Milano 2007. ISBN 9788861900233
 
==Altri progetti==
{{interprogetto|w|commons}}
 
{{DEFAULTSORT:D'Alema, Massimo}}
[[Categoria:Politici italiani|D'Alema]]