Differenze tra le versioni di "Arbitro"

466 byte aggiunti ,  4 anni fa
nessun oggetto della modifica
m (ortografia)
*{{NDR|Sulle polemiche arbitrali}} In [[Italia]] le polemiche arbitrali ci saranno sempre. Facile giudicare seduti in poltrona da casa, in una frazione di secondo non è facile decidere. Poi chi vince viene sempre attaccato. Accadeva al [[Associazione Calcio Milan|Milan]] di [[Arrigo Sacchi|Sacchi]], all'[[Football Club Internazionale Milano|Inter]] di [[Roberto Mancini|Mancini]] e alla [[Juventus Football Club|Juve]]. Dobbiamo imparare ad accettare gli errori degli arbitri. Certi giudizi di alcuni presidenti sono commenti da bar... ([[Massimo Bonini]])
*Io proverò sempre tenerezza per quei giovani che ancora oggi vanno ad arbitrare. Giovani che rinunciano alla gita fuoriporta o al cinema per dare inizio, in perfetto orario, a quel rito laico, che ci fa gioire o essere tristi. Senza arbitro non avrebbe senso la pallavolo: è possibile giocare senza libero o senza un titolare, non senza quell'uomo sempre lì impalato senza mai poter toccare la palla. Senza schiacciare. E poter ricevere, almeno una volta, un applauso sincero. Un applauso lungo. Un applauso da far venire i brividi. ''Ad Andrea Onori.'' ([[Darwin Pastorin]])
*L'arbitro è un po' magistrato e un po' sacerdote. ([[Gianni Brera]])
*La diffidenza verso la nostra categoria credo sia acuita dall'isolamento. ([[Piero Ceccarini]])
*La nostra professione è crudele perché possiamo prendere 199 decisioni giuste ma poi il primo sbaglio può essere fatale. ([[Viktor Kassai]])
*La risposta dell'arbitro ad una mia analisi, magari un po' forte, è: "Stia zitto sennò la caccio fuori". Queste sono solo le loro interpretazioni. Sono di un permaloso mai visto [...]. Ci cacciano sempre fuori. In 20 anni di carriera sono stato espulso una sola volta da calciatore e ho sempre avuto grande rispetto degli arbitri. Però non si può lavorare in questo modo, bisogna darsi una regolata. Sembrano attori di Hollywood, basta. ([[Christian Panucci]])
*L'arbitro è un po' magistrato e un po' sacerdote. ([[Gianni Brera]])
*Mi erano più simpatici quando, in A almeno, guadagnavano meno di un cardiochirurgo, ma mi sforzo di pensare a quelli delle serie inferiori, molto più a rischio, anche fisicamente, e molto meno ricompensati. Se non ho voglia di sforzarmi, penso che in Italia giornalisti e arbitri sono gemellati dalle certezze del tifo: servi e corrotti, giacchette nere (ora variopinte) e pennivendoli, infami. ([[Gianni Mura]])
*Noi in campo ci accorgiamo subito quando un direttore di gara è sereno. In questo modo siamo tutti più garantiti. Se un arbitro è sereno in campo uno accetta anche un errore. ([[Rafael Benitez]])
5 753

contributi