Differenze tra le versioni di "Figlio"

141 byte aggiunti ,  4 anni fa
+1
(+1)
*''Cortigiani, vil razza dannata, per qual prezzo vendeste il mio bene? A voi nulla per l'[[oro]] sconviene, ma mia figlia è impagabil tesor''. (''[[Rigoletto]]'')
*Degli umani contratti altri s'incidono in tavole, ed altri in colonne, ma il [[matrimonio|coniugale contratto]] si sanziona ne' figli. ([[Pitagora]])
I figli aiutano a rimandare l'angoscioso dovere di affrontare sé stessi, compito a cui in seguito provvedono i nipoti. ([[Muriel Barbery]])
*I figli! Dieci secondi di gioia, trent'anni di sofferenza. (''[[True Lies]]'')
*I figli cosa sono se non mostruose escrescenze di noi stessi, mediocri succedanei dei nostri desideri inappagati? ([[Muriel Barbery]])