Differenze tra le versioni di "Agnello"

1 423 byte aggiunti ,  4 anni fa
+5
(+1)
(+5)
__NOTOC__
{{voce tematica}}
[[Immagine:Looks like stuffed.jpg|thumb|upright=1.4|Due agnelli]]
*Dell'[[umiltà|umilità]] si vede somma sperienzia nello agnello il quale si sottomette a ogni animale, e quando per cibo son dati all'incarcerati [[leone|leoni]], a quelli si sottomettano come alla propria madre, in modo che spesse volte s'è visto i lioni non li volere occidere. ([[Leonardo da Vinci]])
*Era domenica, stavamo mangiando agnello arrosto per pranzo ed era la stagione degli agnelli, con tutti quei meravigliosi agnellini che saltellavano qua e là nel pascolo. Al che abbiamo guardato l'agnello nel piatto, poi di nuovo gli agnellini là fuori e abbiamo pensato: "Stiamo mangiando una di quelle creaturine che sgambettano allegramente qua fuori". La cosa ci stese, e ci siamo detti: "Aspetta un attimo, non vogliamo mica fare una cosa del genere". Eccola qua, la svolta epocale: non abbiamo mai più mangiato carne. ([[Paul McCartney]])
*– Hai mai ucciso un agnello, mio re? <br>– No. <br>– Se l'agnello vede il coltello si impaurisce, la paura penetra nella sua carne, la scurisce e rovina il sapore. <br>– Ne avrai uccisi molti. <br>– E nessuno ha visto la lama. (''[[Il Trono di Spade]]'')
*La sua carità {{NDR|di [[Francesco d'Assisi|San Francesco]]}} si estendeva, con cuore di fratello, non solo agli uomini provati dal bisogno, ma anche agli animali senza favella [...]. Aveva però una tenerezza particolare per gli agnelli, perché nella Scrittura [[Gesù Cristo]] è paragonato, spesso e a ragione, per la sua umiltà al mansueto agnello. ([[Tommaso da Celano]])
*Lupu malatu agneddu salvatu.<ref>«[[Lupo]] malato agnello salvato.»</ref> ([[modi di dire siciliani|modo di dire siciliano]])
*Pensa attentamente al fatto che il modello viene chiamato agnello, già questo è di scandalo per l'uomo normale, non si ha nessuna voglia di essere un agnello. ([[Søren Kierkegaard]])
*''Quale nero pensiero rattrista la mia ebbrezza! | Questi agnelli che sotto i miei occhi impazzano d'allegrezza, | strappati alla loro madre, ai fiori di questo poggio, | finiranno in città abbattuti da un coltello. | Servono per apprestare un banchetto sanguinario, | dove l'uomo, arrogandosi un diritto immaginario, | tiranno degli animali, esibisce senza rimorsi | i suoi assassinî mascherati, e si nutre di morti. | Fermati, uomo vorace, fermati.'' ([[Jean-Antoine Roucher]])
*Quando gli agnelli si perdono sulla montagna, disse. Gridano. Qualche volta arriva la madre. Qualche volta il lupo. ([[Cormac McCarthy]])
*Tondi l'agnello e lascia il porcello. ([[proverbi italiani|proverbio italiano]])
*Signore, sono un piccolo agnello, nato da un sogno della Tua creazione. A noi agnelli, per breve tempo ci è dato di brucare sulle colline l'erba madida di rugiada e scaldata dai primi raggi del sole. C'è chi crede di poter festeggiare la Tua Pasqua vittoriosa con la nostra morte, una morte lunga, crudele. Assieme ad altri agnelli resterò appeso, da vivo, perché la mia carne sia più bianca, in attesa che l'ultima goccia di sangue esca dalle mie vene tra immense sofferenze. Con la sensibilità allo spasimo e gli occhi lacrimanti, guarderò a Te, che hai voluto essere chiamato Agnello di Dio. Per questa Tua partecipazione al mio dolore, fa' che possa almeno vivere assieme ai miei amici, in quel soggiorno felice che è il Tuo paradiso, per specchiarmi per sempre nella limpidezza del Tuo amore eterno. Amen ([[Mario Canciani]])
*Tutte le bestie giovani sono attraenti, ma l'agnello ha ricevuto una dose di fascino che è addirittura ingiusta nei confronti degli altri. ([[James Herriot]])
 
==[[Proverbi italiani]]==
*Il [[lupo]] non caca agnelli. ([[proverbi toscani|toscano]])
*L'ainə morə primə d'a pechərə.<ref>«L'agnello muore prima della pecora.»</ref> ([[proverbi tarantini|tarantino]])
*Tondi l'agnello e lascia il porcello. ([[proverbi italiani|proverbio italiano]])
 
==Note==