Differenze tra le versioni di "Josh Klinghoffer"

*Amo lo stile di [[Flea]]. Amo il suo approccio, la sua abilità nel passare dal ruolo di bassista principale ad uno più sottomesso, e così avanti e indietro nella stessa canzone, nello spazio di 30 secondi. Io preferisco meno essere un chitarrista con il ruolo di primo piano, insomma non essere in prima linea. Così penso che il mio stile e le mie prerogative si adattino al modo di lavorare di Flea.<ref name=total/>
*Come paragonare il mio modo di suonare a quello di [[John Frusciante|John]]? Penso che lui sia molto più e prima di tutto un chitarrista di quanto non lo sia io. Ha iniziato a suonare la chitarra quand'era ragazzino e si è votato a questo strumento. Fin dagli inizi si è familiarizzato con il comporre canzoni, con la cultura musicale e con la teoria attraverso la chitarra. Io no. All'inizio ero un batterista. Quando sono passato alla chitarra, non ero affatto interessato ad avere il ruolo leader. Quindi John è più immerso in quella tradizione e più a suo agio nel metterla in pratica. Io non mi ero mai interessato ad essere la prima chitarra o ad eseguire gli assoli e cose del genere. Devo farlo in questo gruppo, e non è qualcosa che mi diverte realmente fare!<ref name=total/>
*È bizzarro entrare a far parte di una formazione di cui sei stato fan per moltissimi anni. Io mi ricordo chiaramente quando ho acquistato ''One Hot Minute'' e quanto mi piacesse quell'album. Peccato che John non abbia mai voluto avere a che fare con il materiale scritto con Dave Navarro, ma lo capisco.<ref name=stage/>
*Ho conosciuto [[Flea]] e [[John Frusciante]] nel gennaio del 1997, in quel periodo loro suonavano con i Thelonious Monster, la band di Bob Forrest. E io ero un fan dei [[Red Hot Chili Peppers]], li apprezzavo molto. (Da ''Red Hot Chili Peppers Live'')
*Ho lasciato la scuola a 15 anni e praticamente mi sono votato a diventare un chitarrista. Non avevo alcun piano su cosa avrei fatto della mia vita. Sapevo solo di voler fare musica... allora ho iniziato a suonare la chitarra, principalmente immaginandomi la musica altrui. Cosa in cui ero abbastanza bravo. Così nella mia mente sono diventato un chitarrista in tempi brevi, anche se allora e ancora oggi mi mancano i dettagli di un'appropriata educazione musicale. Mi sembra come se da sempre stessi suonando aggiornandomi continuamente.<ref name=total>Dall'intervista a ''Total Guitar Magazine'', citato in ''[http://www.venicequeen.it/cms/News/total-guitar-magazine-tradotta-integralmente-lintervista-a-josh-klinghoffer.html Total Guitar Magazine: tradotta integralmente l'intervista a Josh Klinghoffer]''. ''Venicequeen.it'', 25 giugno 2012.</ref>
*Non mi sarei mai nemmeno azzardato a pensare di potermi mettere nei panni di uno come Frusciante. Per me, l'unica strada era quella di fare qualcosa di nuovo con queste persone. (Da ''Red Hot Chili Peppers Live'')
*Non penso assolutamente che il fatto di essere il chitarrista di una rock band famosa possa cambiare il modo in cui sono e in cui mi comporto. Sono cosciente della fama che hanno i Red Hot, ma non mi faccio spaventare facilmente. Poi magari finirò per distruggere stanze di alberghi, corrompere giovani ragazze, farmi tutti i tipi di droghe e spaccare chitarre sul palco.<ref name=stage>Citato in Stefano Gilardino, ''Renegades of Funk'', ''Onstage'', dicembre 2011, p.26, 27
 
==Citazioni su Josh Klinghoffer==
5 788

contributi