Differenze tra le versioni di "Pitagora"

168 byte aggiunti ,  4 anni fa
+1, min.
m
(+1, min.)
 
===Citato in [[Diogene Laerzio]], ''Vite dei filosofi''===
*{{NDR|A chi stava percuotendo un cagnolino}} Cessa, non percuoterlo, poiché d'un uomo amico è l'anima che io riconobbi, udendo la sua voce. (8, 36)
*Comuni sono i beni degli [[amicizia|amici]]. (10, 11)
*Fanciullezza venti anni, adolescenza venti, giovinezza venti, vecchiaia venti. (8, 10)
*I tuoi rapporti con gli altri siano tali da non renderti [[nemico|nemici]] gli amici, bensì da farti amici i nemici. (8, 23)
*La [[vita]] è simile ad una panegiria: come infatti alcuni partecipano a questa per lottare, altri per commerciare, altri ancora – e sono i migliori – per assistervi, così nella vita alcuni nascono schiavi della gloria e cacciatori di guadagno, altri [[filosofia|filosofi]] avidi della verità. (8, 8)
*La virtù, la sanità fisica, ogni bene e la divinità sono [[armonia]]: perciò anche l'universo è costituito secondo armonia. Anche l'amicizia è uguaglianza armonica. (8, 33)
*Non bisogna [[giuramento|giurare]] per gli dèi; bisogna, infatti, cercare di rendere se stessi degni di fede. (8, 22)
*Porgi aiuto alla legge, fa' guerra alla illegalità; non rovinare né danneggiare la pianta coltivata, né l'animale che non arrechi danno all'uomo. (8, 23)
*Non comportarti impudentemente con nessuno. (8, 8)
 
===Citato in [[Giamblico]], ''Summa pitagorica''===
 
==Bibliografia==
*[[Diogene Laerzio]], ''Vite dei filosofi'', a cura di Marcello Gigante, Mondadori, Milano, 2009.
*[[Giamblico]], ''Summa pitagorica'', traduzione di Francesco Romano, Bompiani, Milano, 2006. ISBN 88-452-5592-1