Differenze tra le versioni di "Massimo Moratti"

frase di rito
(frase di rito)
 
*{{NDR|Lettera scritta all'indomani della scomparsa di [[Giacinto Facchetti]]}} Caro Cipe, non sono riuscito a dirti quello che volevo, per paura di farti capire che il tempo era inesorabile e la malattia terribile. [...] Pochi giorni fa, pochissimi, mi parlavi con un filo di voce – e con l'espressione di chi ti vuole bene – dell'[[Football Club Internazionale Milano|Inter]], proiettando il tuo pensiero in un futuro che andava oltre le nostre povere, ignoranti, possibilità umane. Qualche mese fa ti dicevo un po' scherzando un po' sul serio come mai non riuscivamo ad avere un arbitro amico, tanto da sentirci almeno una volta protetti, e tu, con uno sguardo fra il dolce e il severo, mi rispondesti che questa cosa non potevo chiedertela, non ne eri capace. Fantastico. [...] Grazie ancora di aver onorato l'Inter, e con lei tutti noi.<ref>Citato in Corriere della Sera, 5 settembre 2006, p. 10.</ref>
 
*[[Zlatan Ibrahimović]] è da Pallone d'oro.<ref>Citato in ''La Gazzetta dello Sport'', 12 marzo 2007.</ref>
 
*{{NDR|Dopo la vittoria del campionato 2006-2007}} È una gioia indescrivibile. Questo scudetto è arrivato al culmine di una grande cavalcata. È il secondo scudetto senza rubare e spero che le nostre vittorie non finiscano qui.<ref>Citato in ''La Gazzetta dello Sport'', 23 aprile 2007.</ref>
5 753

contributi