Differenze tra le versioni di "Rosario"

150 byte rimossi ,  5 anni fa
non pertinente
(senza fonte)
(non pertinente)
*Il Rosario, che dall'inizio del 1958, mi sono impegnato di recitare devotamente tutto intero, è divenuto esercizio di continuata meditazione e di contemplazione tranquilla e quotidiana, che tiene aperto il mio spirito sul campo vastissimo del mio magistero e ministero di Pastore massimo della Chiesa, e di padre universale delle anime. ([[Papa Giovanni XXIII]])
*Il rosario è preghiera eccellente; nei confronti della quale, però, il fedele deve sentirsi serenamente libero, sollecitato a recitarlo, in composta tranquillità, dalla sua intrinseca bellezza. ([[Paolo VI]])
*''Lei sfogliava | i suoi ricordi | le sue istantanee | i suoi tabù. | Le sue madonne | I suoi rosari, i mille mari | E alalà''. ([[Rino Gaetano]])
*Non porto il rosario per bellezza, ma perché lo uso e poi perché mi richiama la straordinaria esperienza vissuta a [[Lourdes]]. ([[Ron]])
*Personalmente, quando parlo da solo a Dio e alla Madonna, più che adulto, preferisco sentirmi fanciullo. La mitria, lo zucchetto, l'anello scompaiono; mando in vacanza l'adulto e anche il Vescovo, per abbandonarmi alla tenerezza spontanea, che ha un bambino davanti a papà e mamma… Il Rosario, preghiera semplice e facile, a sua volta, mi aiuta a essere fanciullo; e non me ne vergogno punto. ([[Papa Giovanni Paolo I]])