Differenze tra le versioni di "François de La Rochefoucauld"

+1
m (+wikilink)
(+1)
 
===''Massime soppresse''===
*Nell'avversità dei nostri migliori amici, troviamo sempre qualcosa che non ci dispiace. (18)<ref name="prima">Massima eliminata dopo la prima edizione (1665).</ref> (18)
*Non amare troppo in amore è un mezzo sicuro per essere amati. (57)<ref name="prima" /> (57)
*Come pretendiamo che un altro mantenga un nostro segreto se noi stessi non siamo capaci di farlo? (64)<ref name="quarta">Massima eliminata dopo la quarta edizione (1675).</ref> (64)
*Ci sono delitti che diventano innocenti per il loro clamore, il loro numero e il loro eccesso. (68)<ref name="quarta" /> (68)
*Ci piace intuire gli altri; ma non ci piace essere intuiti. (71)<ref name="quarta" /> (71)
 
===''Massime postume''===
*Non esiste miglior prova che la morte sia temibile, della pena che i filosofi si prendono per convincere che bisogna disprezzarla. (12)<ref name=Liancourt>Massima dal manoscritto di Liancourt (1663).</ref> (12)
*[[Speranza]] e timore sono inseparabili; non c'è timore senza speranza, né speranza senza timore. (23)<ref name=Liancourt /> (23)
*La [[noia]] estrema serve a disannoiarci. (29)<ref>Massima in una lettera a [[Madeleine de Souvré de Sablé]] (1667).</ref> (29)
*È assai più facile spegnere un primo [[desiderio]] che soddisfare tutti quelli che lo seguono. (41)<ref name=sesta>Massima tratta dal supplemento alla sesta edizione (1693).</ref> (41)
*La [[saggezza]] è per l'anima ciò che la salute è per il corpo. (42)<ref name=sesta /> (42)
*Prima di desiderare fortemente una cosa, bisogna verificare quanto sia felice chi la possiede.<ref name=sesta />
*Un vero amico è il maggiore di tutti i beni e fra tutti quello che meno si pensa di acquistare. (45)<ref name=sesta /> (45)
*La [[prudenza]] e l'amore non sono fatti l'una per l'altro: a mano a mano che l'amore cresce, la prudenza diminuisce. (47)<ref name=sesta /> (47)
*È più difficile dissimulare i sentimenti che si hanno che fingere quelli che non si hanno. (56)<ref name=sesta /> (56)
*Un uomo a cui non piace nessuno è assai più infelice di chi non piace a nessuno. (58)<ref name=sesta /> (58)
 
== ''La fatica di diventare migliori'' ==
*La [[creanza|cortesia]] è il desiderio di essere ricambiati e di essere considerati gentili.
*La [[modestia]], che sembra rifiutare le lodi, in realtà desidera soltanto riceverne di più raffinate.
*Se si fa tanto discutere contro le massime che mettono a nudo il cuore umano è perché ciascuno teme di esservi messo a nudo.
*Spesso ci convinciamo di voler [[bene]] alle persone più potenti di noi, mentre è solo l'interesse a produrre in noi tale amicizia. Noi ci dedichiamo a loro non per il bene che vogliamo fare, ma per quello che vogliamo ricevere.
 
==Citazioni su François de La Rochefoucauld==
*Ha mai letto le ''Massime'' di La Rochefoucauld? Suonano piuttosto amare e malinconiche, ma attraverso la loro oggettivazione della natura umana suscitano nel lettore uno strano senso di liberazione. Nella persona di la Rochefoucauld vediamo un uomo che è riuscito a emanciparsi, anche se ha faticato molto per togliersi di dosso il pesante fardello delle passioni che la natura gli accollò durante il cammino della vita. ([[Albert Einstein]])
 
==Note==