Differenze tra le versioni di "Carmine Schiavone"

*[[Raffaele Cutolo]] nel settembre del 1983 si stava pentendo, era pronto a collaborare con [[Lucio Di Pietro]] e [[Franco Roberti]]. Avevano fatto anche l'appartamento extra-penitenziario nel gruppo carabinieri di [[Salerno]], (perché ci sono i verbali che all'epoca Cutolo si stava pentendo e io lo sapevo questo perché poi noi pentiti stavamo tutti nella DIA: siciliani, calabresi, napoletani e tutti quanti e ci incontravamo tutti quanti.) Quando sono andati a prenderlo, dovettero tornare indietro perché lui disse: "Non lo posso più fare", perché da lì uscì gente che era del Ministero degli Interni, dei Servizi, che andarono a minacciarlo evidentemente.<ref name=tvluna2/>
*Avevamo un piano per far ammazzare [[Raffaele Cutolo]] da [[Pasquale Tavoletta]] detto Zorro nel carcere, facemmo arrivare una pistola solo che fu trasferito e non fu ammazzato, altrimenti Raffaele Cutolo doveva morire in carcere. [[Pasquale Tavoletta]] era un mio capozona, di [[Villa Literno]] e cugino di mia moglie.<ref name=tvluna2/>
*Ho dovuto chiudere la mia impresa edile e tutto, ho dovuto svendere persino i mezzi, i camion, escavatori, pale meccaniche ed altro, facevo il costruttore. Ma insomma erano i beni miei puliti. Addirittura da una terra a [[Casal di Principe]] hanno tirato persino le piante di Mela Annurca. La Baschi Calcestruzzi sta tutta sparata, hanno tolto persino i cancelli, 1300 metri di costruzioni in disuso, tutto abbandonato. La casa mia a Casal di Principe è piena di raffiche di mitra ed è stata bruciata, il terreno accanto è bruciato. Persino i soldi della banca hanno preso. Chi li ha presi? A me erano stati restituiti con sentenza della Corte di Cassazione. Non so che fine abbiano fatto. Macchine, 10/-11 betoniere, trattori... niente, non si trova niente. Autotreni, ne ho trovato uno: tutto smontato, bruciato, sparato. Persino le porte divelte e la sala comando centrale è caduta a terra. E lì dietro cosa hanno fatto? Hanno messo immondizia e lì non era inquinato!. Potevano far andare ad abitare lì la gente, no? Lo Stato ha inquinato quella zona: ci ha portato ecoballe, munnizza ecc.<ref name=tvluna2/>
*Parlavo con [[Tommaso Buscetta]] ci incontravamo, era amico mio. Ci lamentavamo: "noi dei politici forse non dovevamo parlare". Hanno addestrato anche alcuni pentiti, gente che per uno spinello rubava le macchine, a fare accuse che non stavano né in cielo né in terra.<ref name=tvluna2/>
*A me dispiace solo di una cosa: i paesani miei. Di tutti quei bambini. Ho visto le foto in televisione di tutti questi bambini che sono morti. Di due anni, di sei anni. Ma com'è possibile che voi lasciate morire dei bambini. Che colpa hanno questi bambini? Per la vostra inerzia in tanti anni. Ora di sicuro qualche giornaletto da strapazzo scriverà: "Ci da consigli. Vuole fare l'eroe. Un assassino". È vero che lo sono stato ma ora non lo sono più, mi sono pentito 20 anni fa. Ho cambiato completamente vita, cambiate anche voi però. Cercate di essere più uomini.<ref name=tvluna2/>
*{{NDR|a Casal di Principe}} '''Sandro Ruotolo''': Questa è Casal di Principe. Che effetto le fa stare qui?<br />'''Carmine Schiavone''': Mi sento emozionato, te lo giuro. A vivere non ci vivrei più perché c'è mio figlio che la odia ormai Casale. Quella è casa mia, vedi? Hanno bombardato, hanno sparato. Questa era la più bella casa di Casale.<br />'''Sandro Ruotolo''': Non la riconosce più Casale, vero?<br />'''Carmine Schiavone''': Guarda è tremendo. Qui stanno sopra i rifiuti le case. Qua pure c'è una discarica, vedi? Ma che cazzo hanno fatto? Hanno lasciato costruire sopra i fusti tossici! Qua sono tutti rifiuti. Rifiuti ospedalieri, case demolite, fusti di vernici, i diluenti, i solventi. Qua ci sono tutti frutteti, piante di mele. Qui troviamo roba atomica.<br /> '''Sandro Ruotolo''': Qui sotto che c'è?<br />'''Carmine Schiavone''': Fanghi nucleari.<br /> '''Sandro Ruotolo''': Questi fusti nucleari transitavano da?<br />'''Carmine Schiavone''': Da questa società di [[Milano]]. Che erano collegati tutti quanti, ex [[P2]] con [[Licio Gelli]] e arrivarono qui. Mi confermò mio cugino Cicciariello e l'autista, che si chiamava [[Leone Salvatore]], che aveva cominciato a scaricare spazzatura. "Questi ci stanno uccidendo tutti quanti" mi disse Cicciariello. "Mica solo il tossico ma anche le scorie nucleari."<ref name=serviziopubblico/>
*Qui erano tutti frutteti. Qua c'erano pere, mele annurche, pesche. Ci stavano certi alberi che erano alti 30 metri, li ho trovati come scheletri. Tutti secchi.<ref name=serviziopubblico/>
*'''Sandro Ruotolo''': Quanti ne ha fatti arrestare?<br /> '''Carmine Schiavone''': 1500-1600. Ho fatto 85 processi.<br /><ref name=serviziopubblico/>
*'''Carmine Schiavone''': Gli dissi: "Non vi permettete, nel modo più assoluto." Venne mio genero di corsa dalla Calcestruzzi e mi disse: "Tu non sai niente, ho fatto scavare e sono usciti tre fusti di materiale tossico. Sì, si spartiscono 600 milioni di lire al mese ciascuno."<br />'''Sandro Ruotolo''': Per i rifiuti?.<br />'''Carmine Schiavone''': Sì. "Stanno facendo il tossico e l'atomica." Corro subito a Casale, chiamo gli altri: "Oh... che cazzo è successo? Ma insomma... adesso state facendo questo, ma che volete uccidere a tutti quanti?", risposero: "Ma che te ne importa, tanto anche te, bevi l'acqua minerale." In quel momento ho detto: "amici cari, qua si chiude questa situazione." Dissero: "Ma tu sei ancora un vecchio uomo d'onore, si fa per soldi. Perchè se no come facciamo i soldi?" Io, ti giuro, in quell'attimo portavo solo la pistola addosso se avessi avuto la mitraglietta avrei ucciso anche mio cugino. Gli mettevo la testa nel piatto che stavano mangiando a tavola. Per togliermi dalle palle mettono le armi là, chiamano i carabinieri e mi fanno arrestare. Un giorno mandai mia figlia Rosaria a casa di mio cugino Walterino {{NDR|[[Walter Schiavone]]}} "Se esce papà vi uccide tutti, stavolta. Per quello che state facendo.", le disse: "Tu sei mia nipote e sei femmina se no ti tiravo il collo. Di' a tuo padre che ora il boss è tuo fratello Mattia!" Si erano inventati mio figlio Mattia, uno scemo immatricolato che non sapeva un cavolo della vita. "Se esce, se esce, con il bastone e senza neanche una lira."<br />'''Sandro Ruotolo''': Però se lei era contrario, come ha fatto ha dire ai magistrati, 20 anni fa, che qui c'erano le scorie radioattive, qui c'erano i fanghi industriali. Se lei era contrario come ha fatto?<br />'''Carmine Schiavone''': Non è che non lo sapevo, perchè poi mi sono informato quando sono stato solo là.<br />'''Sandro Ruotolo''': Senta, lei ha avuto rapporti con i servizi segreti, quando faceva il mafioso?<br />'''Carmine Schiavone''': Tutti quanti tenevano i rapporti con i servizi.<br />'''Sandro Ruotolo''': Perchè ci sono tracce recenti, lei era già pentito, di rapporti tra [[Michele Zagaria]], quando era latitante, e i servizi segreti, ma parliamo degli anni 2000.<br />'''Carmine Schiavone''': Non ti posso dire più niente. Lo saprai al momento opportuno.<br /><ref name=serviziopubblico/>
*Ma tu puoi pensare che possa esistere [[Cosa nostra|mafia]], [[camorra]], [['Ndrangheta]] senza l'appoggio delle istituzioni dello [[Stato]]? Rimarrebbero banditi di strada.<ref name=serviziopubblico>Dal reportage ''Inferno atomico'' di Sandro Ruotolo e Dina Lauricella andato in onda su ''Servizio Pubblico'', La7, 29 dicembre 2013; Visibile su ''[http://www.serviziopubblico.it/servizio_pubblico_piu/2013/12/29/news/inferno_atomico.html ServizioPubblico.it]''.</ref>
*L'unica arma che oggi ha il popolo italiano lo sai qual è? Di non votarli a questi. Di non votarli. Perché questi li lasceranno morire e gliel'ho detto venti anni fa.<ref name=serviziopubblico/>
Utente anonimo