Differenze tra le versioni di "Carmine Schiavone"

m
sistemo
(qu)
m (sistemo)
*Per tanti anni, per le varie bonifiche, hanno "mangiato" miliardi. In più hanno inquinato anche dove il terreno era buono, non era inquinato. Dopo i Regi Lagni di [[Casal di Principe]] hanno fatto una discarica a Maruzzella, perché tutto quel liquame ora sta andando nei fossi, che era terra di creta. Lì non era stata scavata una buca perché non si poteva scavare: a due/tre metri usciva la terra di creta che non era buona sotto il rilevato per fare le superstrade. Dove non hanno inquinato i [[mafiosi]] ha inquinato lo Stato. Hanno portato l'immondizia dove non si doveva portare e hanno inquinato anche le zone di [[Capua]], [[Santa Maria la Fossa]], quelle zone lì.<ref name=tvluna2>Dall'intervista a ''Tv Luna 2''; visibile in ''[https://www.youtube.com/watch?v=EETK8n42g6Y&list=PLr_owqWpD4fLjxfTuka99hGXsTPgZsXBg&index=27 Carmine Schiavone: "Scavate fino a 18 metri di profondità" - Terza Intervista Lunaset 21/09/13]'', ''Youtube.com'', 21 settembre 2013.</ref>
*Io so che loro hanno scaricato: roba di concerie, che veniva da [[Santa Croce sull'Arno]], fanghi tossici, fanghi che venivano dal Nord: di piombo, mercurio, tutte queste fetenzie varie. In più ci stavano queste cassette radioattive, mi fu confermato da [[Gaetano Cerci]], fidanzato della nipote di [[Francesco Bidognetti]] perché lui era il tratto di unione tra l'avvocato [[Cipriano Chianese]], i Mallardo, i Bidognetti e tra [[Licio Gelli]].<ref name=tvluna2/>
*{{NDR| a [[Francesco Schiavone]] detto Sandokan}} Gliel'ho dovuto dire in piazza pubblica. Dissi: "Perché non salvi i tuoi figli? Che sono ancora piccoli.", all'epoca non stavano in mezzo a queste cose, "PerchèPerché tu lo sai che non hanno futuro. In tutte le maniere". Gli volevo dire questo: o muoiono di malattia o muoiono ammazzati o muoiono in galera, l'ambiente era quello. Lui disse: "Io la fine tua non la faccio."<ref name=tvluna2/>
*Io avevo stabilito che nella nostra famiglia dovevano fare i medici, gli ingegneri, gli avvocati. Io dicevo che alla fine doveva rimanere solo la famiglia, infatti in un summit che abbiamo fatto io, lui {{NDR|[[Francesco Schiavone]] detto Sandokan}} e Cicciariello abbaimo pensato prima di Pasqua del 1989 l'eliminazione di [[Vincenzo De Falco]], di [[Francesco Bidognetti]], che io già lo volevo ammazzare da anni perché sapevo che era traditore a tutti i livelli, e di [[Mario Iovine]]. Facemmo questo summit a casa di mio cugino. Dissi a mio cugino: "Quando sparo io ammazzo De Falco, tu ti levi lo sfizio e ammazzi Bidognetti." e io ho sbagliato in quell'epoca perché io li dovevo ammazzare a tutti quanti, pure a mio cugino. A tutti quanti. Perché se li ammazzavo finiva la storia, 'a munnizza {{NDR|i rifiuti}} non ci stava e tutto finiva a quell'epoca. Perché io dissi: "Noi dobbiamo tornare alla normalità". Non è che non rimanevano i mafiosi, però si fermava 'a munnizza tossica. Lui dopo si è messo d'accordo con Bidognetti nel 1989 e hanno cominciato a fare questa cosa per soldi e quello ha fatto schifezze mai viste. Con l'appoggio suo tacito ha fatto schifezze mai viste, ha ammazzato gente che non c'entrava un cavolo.<ref name=tvluna2/>
*[[Raffaele Cutolo]] nel settembre del 1983 si stava pentendo, era pronto a collaborare con [[Lucio Di Pietro]] e [[Franco Roberti]]. Avevano fatto anche l'appartamento extra-penitenziario nel gruppo carabinieri di [[Salerno]], (perché ci sono i verbali che all'epoca Cutolo si stava pentendo e io lo sapevo questo perché poi noi pentiti stavamo tutti nella DIA: siciliani, calabresi, napoletani e tutti quanti e ci incontravamo tutti quanti.) Quando sono andati a prenderlo, dovettero tornare indietro perché lui disse: "Non lo posso più fare", perché da lì uscì gente che era del Ministero degli Interni, dei Servizi, che andarono a minacciarlo evidentemente.<ref name=tvluna2/>
*Il mio pentimento è avvenuto per queste cose. Si è svegliata la coscienza, avevano perso tutti i valori di essere persone erano diventate delle belve e me l'hanno detto chiaro e tondo, mio cugino Cicciariello {{NDR|Francesco Schiavone}}, Peppinotto {{NDR|Giuseppe Caterino}}, mio cugino Sandokan {{NDR|[[Francesco Schiavone]]}}, [[Francesco Bidognetti]] mi dissero: "Tu fai ancora l'uomo d'onore, noi lo facciamo per soldi". Risposi: "E voi siete gente di merda".<ref name=tvluna>Dall'intervista a ''Tv Luna 2''; visibile in ''[https://www.youtube.com/watch?v=dM0YVyACokM&list=PLr_owqWpD4fLjxfTuka99hGXsTPgZsXBg&index=25 Nuova intervista a Carmine Schiavone - TV Luna 2 31/10/13]'', ''Youtube.com'', 31 ottobre 2013.</ref>
*Ho fatto denunce. Voglio vedere chi è che pagherà perché io non è che lo faccio per soldi. Io sono cambiato, non è che sono più come trenta anni fa. Io sono pentito realmente, io piango. Io quando vedo don [[Maurizio Patriciello]] per televisione, per i bambini morti, io piango.<ref name=tvluna/>
*'''[[Sandro Ruotolo]]''': Mi dice perché quelle sue dichiarazioni del 1997 sono state tenute nei cassetti, segrete?.<br />'''Carmine Schiavone''': PerchèPerché mi risposero all'epoca che non avevano i soldi né per poter fare le bonifiche, che all'epoca ci volevano circa 26.000 miliardi, 13 miliardi di [[euro]] di ora, né dove portare tutto quel materiale che era stato scaricato in tutte queste zone.<br />'''Sandro Ruotolo''': PerchèPerché lei nel '97 parla con i parlamentari però nel '93 parla con i magistrati.<br /> '''Carmine Schiavone''': Sì. La prima dichiarazione è stata quella su questo fatto dell'immondizia.<br />'''Sandro Ruotolo''': Possiamo dire che lei era il capo mafioso?<br />'''Carmine Schiavone''': Sì io ero il capo della cupola, servizio amministrativo [[Cosa Nostra]] campana. Era Cosa Nostra perchèperché io sono stato battezzato da [[Luciano Liggio]] con pungitina e bruciatura del santino. Come Bardellino ed altri, mafioso. Erano tutti mafiosi<br />'''Sandro Ruotolo''': Quante persone ha ucciso?<br />'''Carmine Schiavone''': Io una cinquantina più trecento o quattrocento e altri che ho ordinato. Perché abbiamo dovuto fare delle guerre: una contro i [[Raffaele Cutolo|cutoliani]], una contro i Nuvoletta, contro i Bardellino, contro i De Falco. <br />'''Sandro Ruotolo''': PerchèPerché lei lo sa che i veleni che sono stati interrati nelle camopagne hanno provocato più vittime?<br />'''Carmine Schiavone''': Sì, lo so. Ma io lo sapevo quando li ho fermati nel 1990. Nel 1991 mi hanno fatto arrestare. Quando io ho fermato questo scempio, che me ne sono accorto, mi hanno fatto arrestare. PerchèPerché io avevo ordinato delle armi, con tradimento della famiglia mia, per poterli ammazzare tutti.<br /><ref name=serviziopubblico/>
*'''Carmine Schiavone''': Da [[Casal di Principe]] manco dal 1991, dopo che sono stato arrestato.<br />'''Sandro Ruotolo''':Paura?<br />'''Carmine Schiavone''': No. Senti: per la vita che ho fatto io, nessuno è arrivato a 70 anni. PerchèPerché o muori ammazzato o muori in galera. Hanno cercato di darmi la stricnina. Hanno cercato di farmi fuori con un lanciamissili. I miei verbali sono 6200 pagine, 1200 pagine ancora coperte da Segreto di Stato. <br />'''Sandro Ruotolo''': "Abbiamo riempito le campagne di rifiuti"<br />'''Carmine Schiavone''': Non noi, loro.<br />'''Sandro Ruotolo''': Loro, il clan?<br />'''Carmine Schiavone''': Neanche il clan. Sono stati l'avvocato Chianesi, [[Cerci Gaetano]], [[Francesco Bidognetti]], e mio cugino Sandokan che fu corrotto per 600 milioni al mese.<br /><ref name=serviziopubblico/>
*{{NDR|Alla Baschi Calcestruzzi a Casal di Principe}} '''Carmine Schiavone''': Questa è la Baschi Calcestruzzi, di mia proprieta tutt'oggi. Io facevo il miglior cemento della zona. Questa era un'azienda che produceva un miliardo e mezzo al mese più 300 milioni in nero.<br />'''Sandro Ruotolo''': Che c'è dietro?<br />'''Carmine Schiavone''': Andiamo e vediamo cosa c'è dietro.<br />'''Sandro Ruotolo''': Questa era sua?<br /> '''Carmine Schiavone''': E' tutto mio, pure i terreni qui dietro. Vedi hanno spaccato le porte. Qui avevo un appartamento e sotto erano tutti uffici e mensa per gli operai. <br />'''Sandro Ruotolo''': Ma scusi, Schiavone, questa non è finita in mano allo Stato?<br />'''Carmine Schiavone''': Questa non è dissequestrata perchèperché fu dissequestrata. Faceva parte dell'eredità della buon anima di mio padre. Anche questo terreno è mio, vedi. Qui non c'era niente fino al '93 qui non ci stava niente. Là è tutta munnizza per ecoballe, anche là ci sta del tossico, cosa pensi che là non ci sia? Quelli sono rifiuti solo che non è scavato! Lo sai cosa mi hanno detto sempre? "Tu parli troppo. Tu devi arrivare solo a quelli che sparano." Gli stava bene che gli facevo prendere solo gli ergastoli e i boss.<br /><ref name=serviziopubblico/>
*{{NDR|a Casal di Principe}} '''Sandro Ruotolo''': Questa è Casal di Principe. Che effetto le fa stare qui?<br />'''Carmine Schiavone''': Mi sento emozionato, te lo giuro. A vivere non ci vivrei più perchèperché c'è mio figlio che la odia ormai Casale. Quella è casa mia, vedi? Hanno bombardato, hanno sparato. Questa era la più bella casa di Casale.<br />'''Sandro Ruotolo''': Non la riconosce più Casale, vero?<br />'''Carmine Schiavone''': Guarda è tremendo. Qui stanno sopra i rifiuti le case. Qua pure c'è una discarica, vedi? Ma che cazzo hanno fatto? Hanno lasciato costruire sopra i fusti tossici! Qua sono tutti rifiuti. Rifiuti ospedalieri, case demolite, fusti di vernici, i diluenti, i solventi. Qua ci sono tutti frutteti, piante di mele. Qui troviamo roba atomica.<br /> '''Sandro Ruotolo''': Qui sotto che c'è?<br />'''Carmine Schiavone''': Fanghi nucleari.<br /> '''Sandro Ruotolo''': Questi fusti nucleari transitavano da?<br />'''Carmine Schiavone''': Da questa società di [[Milano]]. Che erano collegati tutti quanti, ex [[P2]] con [[Licio Gelli]] e arrivarono qui. Mi confermò mio cugino Cicciariello e l'autista, che si chiamava [[Leone Salvatore]], che aveva cominciato a scaricare spazzatura. "Questi ci stanno uccidendo tutti quanti" mi disse Cicciariello. "Mica solo il tossico ma anche le scorie nucleari." <br /><ref name=serviziopubblico/>
*Ma tu puoi pensare che possa esistere [[Cosa nostra|mafia]], [[camorra]], [['Ndrangheta]] senza l'appoggio delle istituzioni dello [[Stato]]? Rimarrebbero banditi di strada.<ref name=serviziopubblico>Dal reportage ''Inferno atomico'' di Sandro Ruotolo e Dina Lauricella andato in onda su ''Servizio Pubblico'', La7, 29 dicembre 2013; Visibile su ''[http://www.serviziopubblico.it/servizio_pubblico_piu/2013/12/29/news/inferno_atomico.html ServizioPubblico.it]''.</ref>
*L'unica arma che oggi ha il popolo italiano lo sai qual è? Di non votarli a questi. Di non votarli. Perché questi li lasceranno morire e gliel'ho detto venti anni fa.<ref name=serviziopubblico/>