Differenze tra le versioni di "Malattia"

49 byte aggiunti ,  4 anni fa
+1
(+1)
(+1)
*La società inizia pian piano a capire i problemi e, nel caso delle malattie, i malati si sentono meno soli. ([[Ron]])
*La verità è che la cosidetta malattia è una crisi tossiemica e, una volta che le tossine sono state eliminate al di sotto del punto di tolleranza, la malattia automaticamente passa ripristinando la salute. Ma la malattia non va curata, in quanto le cause (le abitudini che hanno portato all'indebolimento) restano, le tossine continuano ad accumularsi, e nel corso del tempo si manifesterà un'altra crisi. Senza scoprire e rimuovere la causa che provoca la tossiemia, le crisi si ripeteranno fino a che i disordini funzionali faranno strada alla malattia organica. ([[John Henry Tilden]])
*Le malattie sono le grandi manovre della morte. ([[Jules Renard]])
*Le malattie sono più intelligenti di noi, trovano la risposta dei nostri problemi prima della ragione. ([[Gina Lagorio]])
*Malattia e [[solitudine]] sono affini. Alla minima malattia, l'uomo si sente ancora più solo di prima. ([[Otto Weininger]])
*Ogni essere vivente, avendo la propria costituzione particolare, porta in sé la propria malattia, nuova e sconosciuta alla medicina e spesso molto complessa.<br />Essa non deriva esclusivamente né dai polmoni, né dal fegato, né dal cuore: non è menzionata in alcun libro di scienza; è semplicemente il risultato di combinazioni che provoca l'alterazione di uno di questi organi.<br />I medici, che passan la vita a curare gl'infermi, vi consacrano gli anni migliori e son pagati per questo, non possono ammettere questa opinione. ([[Lev Tolstoj]])
*Quando la [[vita]] biografica sia impedita da una malattia tormentosa, inguaribile e ingravescente (come nel caso di [[Piergiorgio Welby|Welby]]) o da un'irreversibile perdita di coscienza (come nel caso di [[Eluana Englaro|Eluana]]), la vita biologica può essere interrotta da una ''pietas'' che è il rispetto dell'altrui identità ed è l'unica manifestazione autentica della «proprietà riflessiva» dell'amore che lega chi vive a chi muore. ([[Giorgio Cosmacini]])
*Quando si è malati il viso comincia subito a decomporsi e comincia a riaffiorare subito la terra di cui siamo fatti. ([[Jules Renard]])
*Ristrettezze: Malattia che coglie chi si espone alla prosperità di un amico. ([[Ambrose Bierce]])
*Se so che ho una cosa grave e so che esiste, non mi preoccupo, me ne occupo. ([[Marco Pannella]])
*Sempre più mi divenne evidente che per le persone colpite Dio destina i giorni di malattia a diventare giorni di raccoglimento interiore. ([[Adrienne von Speyr]])
*Si va a visitare un malato per raccontare tutte le malattie che si sono avute o che hanno avuto gli altri. ([[Jules Renard]])
*Una malattia ne vale un'altra: i nomi fanno più paura della malattia. E le cure qualche volta sono peggio dei mali. ([[Enrico Pea]])
*Una malattia non conta nulla, quando non si hanno ragioni per desiderare di guarirne. ([[Shôhei Ôoka]])
*Per le malattie estreme i trattamenti estremi sono i più efficaci.
*Quando la malattia è nel suo culmine, allora è necessario usare il regime più ristretto.
 
===[[Jules Renard]]===
*Bisogna essere malati per un anno intero per capire quanto è lungo un [[anno]]!
*Le malattie sono le grandi manovre della morte. ([[Jules Renard]])
*Quando si è malati il viso comincia subito a decomporsi e comincia a riaffiorare subito la terra di cui siamo fatti. ([[Jules Renard]])
*Si va a visitare un malato per raccontare tutte le malattie che si sono avute o che hanno avuto gli altri. ([[Jules Renard]])
 
==[[Proverbi italiani]]==