Differenze tra le versioni di "Santo"

251 byte aggiunti ,  5 anni fa
nessun oggetto della modifica
(Aggiunta citazione di Francesco Grisi)
*I Santi, nella varietà dei loro carismi e nella pluralità delle loro vocazioni, hanno avuto l'umile audacia di fissare il loro sguardo sul Volto di Cristo risorto, vivendo la loro radicalità evangelica come un'affasciante avventura dello Spirito. Essi hanno raggiunto le più alte vette della santità, contemplandolo con amore. Per loro, la morte in croce non era fine a se stessa, ma finalizzata alla risurrezione. Essi hanno vissuto intensamente il Venerdì Santo, ma con gli occhi fissi nella Domenica di Pasqua. Ed è questo volto, limpido e luminoso, che i medesimi hanno offerto agli uomini del loro tempo. ([[José Saraiva Martins]])
*I santi non sono nati, ma si sono fatti santi. ([[Giuseppe Allamano]])
*I santi non sono quelli che fa la Chiesa ma quelli che noi eleggiamo tali. Solo questi diventano «protettori». […] Ci sono anche i santi che ci vengono incontro come ombre anonime, avendo rinunciato al guscio inane dell'Io. ([[Guido Ceronetti]])
*I santi sono come piccole locande lungo il cammino; possono ristorare, ma non trattenere troppo a lungo l'ospite. ([[Adrienne von Speyr]])
*I santi sono gli unici uomini veramente e pienamente realizzati. ([[Raniero Cantalamessa]])