Differenze tra le versioni di "Edvard Munch"

sistemo, wikificare
m (Bot: removing existed iw links in Wikidata)
(sistemo, wikificare)
{{wikificare|Sistemare la sezione "Citazioni su..." spostando le fonti nelle voci dei rispettivi autori delle citazioni}}
[[Immagine:Edvard Munch 1933-2.jpg|thumb|Edvard Munch, 1933]]
'''Edvard Munch''' (1863 – 1944), pittore norvegese.
*La poetica di Munch è direttamente o indirettamente collegata con il pensiero di [[Kierkegaard]], che soltanto nei primi decenni del Novecento comincerà ad essere conosciuto in Germania: si deve dunque a Munch, che soggiornò più volte in Germania, la spinta "esistenzialista" che farà nascere l'[[Espressionismo]], che è nato infatti nel nome e sotto il segno della sua pittura. ([[Giulio Carlo Argan]])
*Nessun artista del secolo scorso ha vissuto fino in fondo con eguale consapevolezza la crisi della coscienza e della cultura occidentale: tale consapevolezza è poi la condanna che ha dannato l'arte del nostro secolo. In Munch la tragicità e la dissoluzione della propria vita si fondono e si combinano con la tragicità e la dissoluzione della propria opera. Proprio questa consapevolezza ha consentito all'artista di presentarsi nel nuovo secolo tra i protagonisti di una nuova, desolata visione. (G. Bruno, ''Edvard Munch'', 1986)
*Come Kafka, anche Munch non cessa mai di sentirsi misteriosamente colpevole e perseguitato dai propri spettri. E nei suoi quadri non farà altro che "scrivere" e "riscrivere" la sua vita: un'autobiografia dell'anima per immagini, o meglio un'anatomia delle catastrofi dell'Io, impridente nell'intensità, provocante nei mezzi. Chi guarda sbatte contro quell'ansia e vi riconosce la propria: non vi è dubbio che tra i pittori, Edvard Munch è colui che più di ogni altro, ha saputo dare volto alla psiche moderna." (E. di Stefano, ''Munch'', 1994)
*Il suo pitto-segno, ondulato e fluttuante, non cerca una definizione naturalistica della realtà, piuttosto ne ricerca le dinamiche interiori che in una continua espansione, determinano quello che poi ne costituisce l'essenza". (A.G. Benemia, ''L'arte al nuovo'', 2009)
 
==Bibliografia==
 
==Altri progetti==
{{interprogetto|w|commons=Category:Edvard Munch}}
 
[[Categoria{{DEFAULTSORT:Pittori norvegesi|Munch, Edvard]]}}
[[Categoria:Pittori norvegesi]]