Differenze tra le versioni di "Breaking Bad (terza stagione)"

ortografia
m (wikilink)
(ortografia)
*La cosa che mi sento dire è...di guardare il lato positivo. Per prima cosa a terra non ci sono state vittime. E questo...ragioniamo: un incidente del genere sopra un centro urbano densamente popolato è...se non ci sono state vittime secondo me è stato...come chiamarlo? Un piccolo miracolo. E seconda cosa, gli aerei onn erano pieni. Credo che il volo del 737, sì...fosse pieno solo per i due terzi. Non era al completo e poteva andare molto peggio. Ma in ogni caso, tirando le somme, è al quindicesimo posto fra gli incidenti aerei. Ci sono stati quattordici incidenti più gravi e abbiamo un totale di ben cinquantatre incidenti ad aerei passeggeri gravi come questo o anche peggiori. Tenerife. Qualcuno ricorda lo scontro tra aerei di Tenerife?<ref>Cfr.: [[:w:Disastro di Tenerife|Disastro di Tenerife]]</ref> No? Nel 1977? Collisione in volo fra due 747 pieni zeppi di passeggeri su Tenerife. Qualcuno di voi ha presente quanto è grande un 747? Be', è immensamente più grande di un 737. E non era uno, bensì due. Quasi seicento persone morirono a Tenerife. Ma c'è qualcuno di noi che ricorda quel disastro? Lo ricordate? Ne dubito. Non lo ricordate perché bisogna continuare a vivere. Andare avanti. Anche noi dovremmo superare e continuare a vivere perché non possiamo fare altro. Dobbiamo sopravvivere. ('''Walter''')
 
*'''Counselor''': È quella voce che sentite nella testa. Quella maledetta voce interiore che vi ripete sempre le stesse cose. Sapete di che parlo. È quella che vi dice "Non sarai mai all'altezza". Ma all'altezza di cosa? All'altezza di riuscire a diventare presidente degli Stati Uniti? Be', questo potrebbe anche essere vero. Il punto è: siete all'altezza di ottenere la vostra piccola parte di soddisfazioni nella vita? Siete in grado di accettare voi stessi così come siete? Io dico di sì. Ma non conta che lo dica io. Deve dirlo la vostra voce interiore. E quella la sentite solo voi e quindi solo voi potete contrastarla. Chiaro? Jesse, non parli mai di te. Cosa c'è? Se vuoi dire che sono un pezzo di merda, tranquillo, non mi offendo. Però tira fuori quello che hai dentro.<br>'''Jesse''': Puoi dirmi perché ti consideri un espresso?<br>'''Counselor''': Mi pare di non averlo mai detto.<br>'''Jesse''': Sarà. Però sei quello che se ne sta seduto lì a ripetere continuamente "Perdonatevi, vogliatevi bene, bla bla bla..." Hai mai fatto del male a qualcuno? Non ti sto chiedendo se hai mai deluso i tuoi genitori, la domanda è: Hai mai fatto del male a qualcuno?<br>'''Counselor''': Ho ucciso mia figlia. È stato il 18 luglio, il giorno del mio compleanno. Il 18 luglio del '92. Io ero fatto di cocaina e ubriaco. Non è stato per la cocaina, me ne ero comprati due grammi il giorno prima come regalo di compleanno e ne avevo ancora. Però ero a corto di vodka. Noi stavamo a Portsmouth, Virginia, dove uno i liquori non li trova nei supermercati, ma solo in negozi in cui chiedono i documenti, i quali però chiudono alle cinque. Ricordo che erano le quattro e quarantadue e io stavo discutendo con mia moglie: "Su, va' a comprarmi una bottiglia di vodka, è il mio compleanno! Per favore. Lo sai che a me non la darebbero." Lei continuava a dire: "No. No." Ero incavolato. restavanoRestavano pochi minuti, sono salito in macchina e nostra figlia di sei anni e mezzo stava giocando con la palla alla fine del vialetto e io...<br>'''Jesse''': Come fai a non odiarti?<br>'''Counselor''': Ah, mi sono odiato. Per molti anni. E questo mi spingeva a continuare a bere e a drogarmi, il che ovviamente peggiorava le cose. Autodisprezzo, senso di colpa, ostacolano e basta.<br>'''Jesse''': Ostacolano cosa?<br>'''Counselor''': Il nostro cambiamento.
 
*'''Walter''': Come puoi farmi questo? Come puoi arrivare anche solo a pensarlo? Lo fai per punirmi?<br>'''Skyler''': No, io non ti punirei mai, Walt.<br>'''Walter''': È chiaro che questa è una punizione. Il nostro è un matrimonio felice. Almeno per me il nostro è un matrimonio felice. Dobbiamo solo...{{NDR|Respira profondamente}} Io ti amo, Skyler. E farei qualcunquequalunque cosa per te. Vuoi almeno tenerne conto? Insomma... Cazzo! Arrivi qui e mi sbatti in faccia una domanda di divorzio! Non capisci che c'è un milione di altri modi per uscire da questa cosa? Tu hai le tue ragioneragioni, io ho le mie. Tu non hai sentito le mie ragioni, non ho ancora avuto modo di spiegartele.<br>'''Skyler''': Tu sei uno spacciatore.<br>'''Walter''': No... Ma-Ma che...?! Cosa?!<br>'''Skyler''': Sì. In quale altro modo puoi aver guadagnato tanti soldi? Marijuana? Tramite quel Pinkman. No? Oh, mio Dio, Walt...Cocaina?<br>'''Walter''': Metanfetamina. Ma io sono... sono solo quello che la produce, non la vendo. Lo so che questo cambia poco. {{NDR|Skyler si alza e va via}} No, Skyler! Lasciami parlare! Lasciami parlare!<br>'''Skyler''': No! No!<br>'''Walter''': La si può vedere in tanti modi, la vita è complicata. Ti prego, permettimi di... Per favore, sediamoci un attimo. Dammi la possibilità di una spiegazione.<br>'''Skyler''': Facciamo un patto, Walt: non lo dirò a Hank e non lo dirò ai tuoi figli. Non lo dirò a nessuno, lo terrò solo per me. Ma solo se mi concedi il divorzio e non ti fai più vedere.<br>'''Walter''': No, Skyler...<br>'''Skyler''': Non puoi rifiutare. Me ne vado prima di cominciare a vomitare.
 
*'''Jesse''': Ho imparato ad accettare me stesso per come sono... Ora so chi sono!<br />'''Walter''': Oh, e chi sei?<br />'''Jesse''': Una persona cattiva.
*{{NDR|Provando la metanfetamina di Jesse}} Mi sento come se uno mi avesse preso il cervello e l'avesse, sì, insomma, bollito nella...tipo, nell'antrace! ('''Badger''')
 
*'''Gale''': È uno dei miei progetti artigianali. Vede, a mio parere il segreto dell'acido quinico sta nel livello: dev'essere superiore a 8400 milligrammi per litro, ma se lo si fa bollire troppo l'acido rilascerà i tannini. Quindi l'idea: allora, creo un leggero vuoto così posso mantenere la temperatura non oltre i 92 gradi. Aspetti, ecco, giudichi lei stesso. {{NDR|Gli versa il caffè in una tazza}}<br>'''Walt''': Oh, mio Dio! Oh, mio Dio! Questo è il miglior caffè che abbia mai assaggiato!<br>'''Gale''': Sono i chicchi di Sumatra e il merito è anche del macinacaffè, ma... grazie Signor White.<br>'''Walt''': Walt. Per favore, chiamami Walt. {{NDR|Continua a bere il caffè}} Perché fare metanfetamina...
 
*'''Gale Boetticher''': Spiegami, con la soluzione di acido fenilacetico hai detto centocinquanta gocce al minuto per i primi dieci minuti e poi novanta per il tempo rimanente, perché?<br>'''Walter''': Vedi, io penso che diminuendo i fenoli si ottiene uno strato acquoso più oleoso, e pertanto...<br />'''Gale Boetticher''': ...un'estrazione di benzene più efficace.<br />'''Walter''': Esattamente! Ma in realtà io preferisco l'etere.
 
*'''Walter''': Non riesco a credere che dobbiamo ritenerci dei criminali.<br>'''Gale Boetticher''' Ah, il [[crimine]] non è sempre crimine, ritengo. Sono di vedute [[liberalismo|liberali]]. Gli adulti possono avere quellocquello heche voglinovogliono e se non glielo fornisco io vanno da qualcun' altro. Con me ricevono esattamente ciò per cui pagano. Niente tossine aggiunte o adulteranti. Sì, avevo iniaziatoiniziato alla maniera giusta. Facevo dottorato alla Colorado con una borsa di studio alla NFS. Faticavo molto, ero amico delle persone giuste. Partecipavo a tutte le attività non chimiche con cui ci si tiene in vista. Conosci quell'ambiente. Quello non era ciò per cui avevo firmato. Io adoro il laboratorio! Perché è ancora tutto magico, capisci? La chimica! Voglio dire, una volta che perdi quello...<br>'''Walter''': Lo è! È una magia! Lo è ancora!<br>'''Gale Boetticher''': E poi spesso ho ripensato a quella bellissima vecchia poesia di [[Walt Whitman|Whitman]], ''Quando ascoltai l'astronomo erudito''.<br />'''Walter''': Io... Io non la conosco.<br />'''Gale Boetticher''' {{NDR|scuotendo la testa}}: Ah, comunque...<br />'''Walter''': Potresti recitarla?<br />'''Gale Boetticher''': {{NDR|ride istericamente}} Pateticamente potrei, certo...<br />'''Walter''': Ok, allora...<br />'''Gale Boetticher''': Ah...<br />'''Walter''': Andiamo! Andiamo!<br />'''Gale Boetticher''': Davvero? {{NDR|Walter annuisce. Gale ride e poi comincia a recitare la poesia}} «''Quando ascoltai l'astronomo erudito, | quando le prove e i numeri furono messi in colonna dinanzi a me, | quando le carte e i diagrammi mi furono mostrati per aggiungerli, dividerli e misurarli, | quando, seduto, udii l'astronomo e la sua conferenza tra gli applausi della sala, | quanto presto, inspiegabilmente divenni stanco e sofferente, | finché, scivolando via, non mi misi a vagare da solo, | nella misteriosa e umida aria notturna e, di tanto in tanto, | levai lo sguardo nel perfetto silenzio verso le stelle.''»<ref>Recitando la poesia ''Quando udii il dotto astronomo'' di [[Walt Whitman]].</ref> Sì, io sono un [[nerd]]! {{NDR|i due ridono e quindi sorseggiano il caffè}}
 
==Episodio 7, ''Un minuto''==
82

contributi