Apri il menu principale

Modifiche

Inserisco proverbio cinese. Il testo non ha numeri di pagina.
*Chi non conosce il passato e il presente della propria [[nazione]] è solo un [[animale]] in vesti di uomo.<ref>Citato in Sala 2003, p. 97.</ref>
*Chi si [[vendetta|vendica]] dovrebbe scavare due fosse.<ref>Citato in [[Jean Monbourquette]], ''L'arte di perdonare'', traduzione di Beppe Gabutti, Paoline, Milano, 1996, p. 86. ISBN 88-315-0893-8</ref>
*Ci sono soltanto due uomini buoni: uno è morto, e l'altro non è nato.<ref>In ''Proverbi cinesi'', a cura di Giacomo Prampolini, All'insegna del pesce d'oro, Milano, 1951.</ref>
*È difficile riconoscere un [[gatto nero]] in una stanza buia soprattutto quando il gatto non c'è.<ref>Citato in [[Gino e Michele|Gino & Michele]], [[Matteo Molinari]], ''Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia. Volumi I-V'', Baldini&Castoldi, Milano, 1995, § 880.</ref>
*I confini della vostra terra cedete sempre, e non ne [[perdita|perderete]] mai la metà; la vostra via cedete ai compagni di viaggio per tutta la vita, e non perderete mai neanche un sol passo.<ref>Citato in ''Saggezza dell'Oriente. Massime, sentenze, aforismi, pensieri, proverbi, raccolti e ordinati da [[Amedeo Rotondi]]'', Astrolabio, Roma, 1981, p. 21, § 36.</ref>
*Quando il [[dito]] indica la [[luna]] lo stolto guarda il dito.<ref>Citato in Aa. Vv., ''Animalia'', BUR, 2012, [http://books.google.it/books?id=zyYA9tIzsgYC&pg=PA73 p. 73].</ref>
*Quando vivono a lungo insieme gli animali finiscono per amarsi, gli uomini per odiarsi.<ref>Citato in Aa. Vv., ''Parole d'amore e d'amicizia. Per riflettere, sognare, emozionare...'', Edizioni Gribaudo, Milano, 2011, [http://books.google.it/books?id=NsyRuaJESosC&pg=PA22 p. 22]. ISBN 978-88-580-0385-5</ref>
*Ricambia una goccia d'acqua con lo zampillo di una fontana.<ref>In ''Proverbi cinesi'', a cura di Giacomo Prampolini, All'insegna del pesce d'oro, Milano, 1951.</ref>
*Se c'è un [[rimedio]], perché te la prendi? E se non c'è un rimedio, perché te la prendi?<ref>Citato in Gesuina Quaranta, ''Un mondo da ridere: Barzellette, indovinelli e altro'', Paoline, Milano, 2004, [http://books.google.it/books?id=Zy1MsxMguMYC&pg=PA10 p. 10]. ISBN 88-315-2003-2</ref>
*Se la corda è lunga l'[[aquilone]] volerà in alto.<ref>Citato in Sala 2003, p. 14.</ref>
*Tale l'uomo, tali sono le sue bestie.<ref name=DeVecchi/>
*Una [[malattia]] può avere mille padri, ma una sola madre: l'alimentazione squilibrata.<ref>Citato in [[Jean Carper]], ''Mangia bene e starai meglio'', traduzione di Rossella Traldi, Sperling & Kupfer, Milano, 1995, p. 1. ISBN 88-200-1919-1</ref>
*Uomo irresoluto, spada senza filo.<ref>In ''Proverbi cinesi'', a cura di Giacomo Prampolini, All'insegna del pesce d'oro, Milano, 1951.</ref>
 
==Note==
<references />