Differenze tra le versioni di "Io speriamo che me la cavo"

m
+wikilink
m (Annullate le modifiche di 94.164.140.191 (discussione), riportata alla versione precedente di AssassinsCreed)
m (+wikilink)
*Ieri stavo solo con nonna, quando hanno bussato alla porta. Erano i [[Testimoni di Geova|Testimoni di Genova]]. Io non li volevo far entrare, pensando che Genova sta vicino a Torino, ma nonna ha aperto lei la porta, e quelli sono entrati. Allora si sono seduti e hanno aperte una specie di valiggetta, tirando fuori un sacco di libricini. Nonna allora li voleva cacciare, ma quelli parlavano sempre essi, e ogni tanto alzavano li occhi al cielo come se stessero per morire. Nonna allora li voleva cacciare un'altra volta, ma quelli parlavano, parlavano, parlavano sempre essi! Finalmente si sono alzati e se ne sono andati, ma prima ci hanno dato dei giornaletti e nonna gli ha dato mille lire. (da ''È l'onomastico del babbo ed egli è lontano. Scrivigli ciò che ti detta il cuore'')
*Mio padre non so quanti hanni ha, però non è troppo vecchio: un poco è anche giovane! (da ''Fai la presentazione di tuo padre'')
*Quando Giovanni mi sfotte vorrei fare il [[boia]]. Io sono sicuro che se farei il boia riuscirei bene. (da ''Quale mestiere vorresti fare da grande?'')
*Mia madre dice che il [[Terzo mondo|Terzo Mondo]] non tiene neanche la casa sgarrupata, e perciò non ci dobbiamo lagniare: il Terzo Mondo è molto più terzo di noi! (da ''Descrivi la tua casa'')
*La [[pioggia]] è benefica, perché fà parte del ciclo dell'acqua. Il mare bolle sotto i raggi del sole, e poi evaqua, e si trasforma in nuvole che si trasformano in pioggia. (da ''La pioggia è benefica però...'')
 
==Citazioni su ''Io speriamo che me la cavo''==
*Questo libro fa fede dell'esistenza dell'humor napoletano come autonomo genere lettararioletterario, o come categoria dello spirito. ([[Luciano De Crescenzo]])
 
==Bibliografia==
 
==Altri progetti==
{{interprogetto|w=Io speriamo che me la cavo (libro)|etichetta=''Io speriamo che me la cavo''}}
 
{{nobots}}