Differenze tra le versioni di "8½"

592 byte aggiunti ,  6 anni fa
(→‎Dialoghi: +nota)
*'''Guido''': Ammettiamo che sei la purezza, che sei la spontaneità. Ma che diavolo vuol dire essere proprio sinceri? Hai sentito che ha detto il falcaccio: {{NDR|facendo il verso a Carini}} "è ora di farla finita coi simboli, il richiamo della purezza, l'innocenza, l'evasione." Allora che vuoi? {{NDR|la visione di Claudia lo guarda}} Sì, potrebbe essere anche così: nel paese c'è una pinacoteca e tu la figlia del custode... sei cresciuta tra immagini di antica bellezza. {{NDR|Claudia ride, Guido affranto fa una capriola sul letto coperto di foto di attrici}} Hai ragione!<br />'''Claudia''' {{NDR|gli bacia la mano poi si siede accanto a lui sul letto}}: Son venuta per non andare via più! {{NDR|si stende accanto a lui}} Voglio far ordine, voglio far pulizia! Voglio far ordine, voglio far puli... {{NDR|Suona il telefono e Guido si sveglia}}
 
*'''Guido''': Eminenza, io non sono [[felicità|felice]].<br/>'''Cardinale''': Perché dovrebbe essere felice? Il suo compito non è questo. Chi le ha detto che si viene al mondo per essere felici? Dice [[Origene di Alessandria|Origene]] nelle sue omelie: «''extra ecclesiamEcclesiam nulla salus'', fuori della Chiesa non c'è salvezza; ''extra ecclesiamEcclesiam nemo salvatur'', fuori dalla Chiesa nessuno si salverà; ''salus extra ecclesiamEcclesiam non est'', non c'è salvezza fuori dalla Chiesa; ''Civitas Dei'', chi non è nella ''Civitas Dei'' appartiene alla ''Civitas Diaboli''.»<ref>Delle tre frasi citate dal Cardinale solo la prima appartiene realmente ad Origene:
 
*La prima frase «''extra Ecclesiam nulla salus''» è una celebre sentenza latina attribuita impropriamente a [[Tascio Cecilio Cipriano]]. {{Cfr}} [[w:Extra Ecclesiam nulla salus|pagina su Wikipedia]].
*La seconda frase «''extra Ecclesiam nemo salvatur''» è tratta dalla terza omelia di [[Origene]] sul libro di Giosué, paragrafo 5.
*La terza frase «''salus extra Ecclesiam non est''» è invece tratta da una lettera di [[Tascio Cecilio Cipriano]] e rappresenta la formulazione corretta della prima frase citata.</ref>
 
*'''Rossella''': Ma va! Davvero vedremo tutta questa roba nel tuo film? Mamma mia, il profeta fa la voce grossa, si è messo in testa di far paura a tutti quanti!<br />'''Guido''': Perché anche a te t'entusiasmano le storie dove non succede niente? Nel mio film invece succede di tutto, guarda un po'! Ci metto dentro tutto!