Differenze tra le versioni di "Discussione:Winston Churchill"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  5 anni fa
nessun oggetto della modifica
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
A questo proposito, Churchill scrisse<ref>La frase che segue è tratta da: Winston Churchill, ''La seconda guerra mondiale'', vol. IV, ed. Mondadori, Verona, 1959, pp. 508)</ref>: {{quote|Tutte le nostre speranze di riuscire a inviare in Estremo Oriente delle forze navali dipendevano dalla possibilità d’impegnare sin dall’inizio con successo le forze navali avversarie nel Mediterraneo.|}}
 
Per quanto riguarda El AlameniAlamein, ricordo di una frase di Churchill in cui si encomiavano i ''leoni della Folgore''; non sapendo con certezza le parole precise, ho cercato in rete e trovato questo: {{quote|"Dobbiamo davvero inchinarci davanti ai resti di quelli che furono i leoni della Folgore…" Con queste parole, pronunciate alla Camera dei Comuni di Londra, Winston Churchill rese onore all’eroico sacrificio dei soldati italiani a El Alamein, in quelle drammatiche giornate di fine nell’ottobre del 1942 che infiammarono le sabbie del deserto con il riverbero di una lotta disperata e leggendaria. "La Divisione Folgore ha resistito al di là di ogni possibile speranza", lanciò nell’etere Radio Cairo l’8 novembre 1942 per bocca del corrispondente Heartbrington. "Gli ultimi superstiti della Folgore sono stati raccolti esanimi nel deserto. La Folgore è caduta con le armi in pugno", rieccheggiò la BBC da Londra.|}} {{Tasto/core| [[File:Ddraig.svg|60px|link=Utente:Aggiorna]][[Utente:Aggiorna|Aggiorna]] }}<!--
-->{{#if:| +{{Tasto/core| {{{2}}} }} }}<!--
-->{{#if:| +{{Tasto/core| {{{3}}} }} }}<!--
78

contributi