Differenze tra le versioni di "Friedrich Schiller"

inserisco citazione di Schiller, inserisco in voce tematica.
m
(inserisco citazione di Schiller, inserisco in voce tematica.)
*L'[[arte]] è la mano destra della natura. (da ''Fiesco'')
*L'artista è figlio del suo tempo; ma guai a lui se è anche il suo discepolo o peggio ancora il suo favorito. (da ''Dell'educazione estetica dell'uomo'')
*L'[[uomo]] gioca solo quando è un uomo nel pieno senso della parola, ed è completamente uomo solo quando gioca.<ref>Citato in ''Piccolo beviario zen'', a cura di David Schiller, traduzione di Francesco Saba Sardi, Sonzogno, ISBN 8845407187, p. 278.</ref>
*La [[guerra]] è un rozzo e violento mestiere. (da ''I piccolomini'')
*La storia mondiale è la corte di giustizia del mondo. (prima lezione come professore di storia a Jena, 26/5/1789, in "Dizionario delle citazioni", Rizzoli, 1992)
*Schiller, come altri artisti tedeschi, credeva che, avendo spirito, si potesse anche ''improvvisare con la penna'' su ogni sorta di argomenti difficili. Ed ecco che i suoi saggi in prosa – sotto ogni riguardo un modello di come ''non'' si debbono affrontare questioni scientifiche di estetica e di morale – e un pericolo per lettori giovani i quali, nella loro ammirazione per il poeta Schiller, non hanno il coraggio di pensar male dello Schiller pensatore e scrittore. ([[Friedrich Nietzsche]])
*Schiller e la responsabilità, la sua missione di poeta. Fare ciò a cui si è chiamati, farlo interamente, almeno nella propria intima anima non tollerare ambiguità. Schiller l'ha sempre cercato e per questo è diventato più grande di [[Johann Wolfgang von Goethe|Goethe]]. ([[Adrienne von Speyr]])
 
==Note==
<references />
 
==Bibliografia==