Differenze tra le versioni di "Ilya Prigogine"

m
nessun oggetto della modifica
m
*Filtrare la musica dal rumore: l'unità della storia spirituale dell'[[umanità]], come è stato sottolineato da [[Mircea Eliade|M. Eliade]], è una scoperta recente che deve essere ancora assimilata. La ricerca di ciò che è significativo e vero in opposizione al rumore, è un passo di prova che appare intrinsecamente correlato con l'acquisizione della [[coscienza]] dell'uomo di fronte alla natura di cui è parte e che lascia.
:''Filtrate music out of noise; the unity of the spiritual history of humanity, as was stressed by M. Eliade, is a recent discovery that has still to be assimilated. The search for what is meaningful and true by opposition to noise is a tentative step that appears to be intrinsically related to the coming into consciousness of man facing a nature of which he is a part and which it leaves.''<ref name=nobelprize/>
*Già adesso lo sviluppo della teoria ci consente di distinguere diversi livelli di [[tempo]]: il tempo associato con la dinamica classica e quella quantistica, il tempo associato con l'irreversibilità tramite la funzione di Lyapounov e il tempo associato alla "storia" attraverso le biforcazioni. Credo che questa diversificazione del concetto di tempo permette una migliore integrazione della [[fisica]] teorica e dellladella [[chimica]] con discipline che riguardano altri aspetti della natura.
:''But already now the development of the theory permits us to distinguish various levels of time: time as associated with classical or quantum dynamics, time associated with irreversibility through a Lyapounov function and time associated with "history" through bifurcations. I believe that this diversification of the concept of time permits a better integration of theoretical physics and chemistry with disciplines dealing with other aspects of nature.''<ref>Da ''[http://www.nobelprize.org/nobel_prizes/chemistry/laureates/1977/prigogine-lecture.pdf Time, structure and fluctuations]'', lettura al premio Nobel, 8 dicembre 1977.</ref>
*Quante idee originali in [[Giordano Bruno|Bruno]], quante intuizioni geniali che superano largamente il livello intellettuale della sua epoca. A me sembra che a questo riguardo ci sia una vera ingiustizia. Bisognerebbe far risaltare maggiormente Giordano Bruno come profeta della scienza umana. Potrei citare numerosi punti dove i problemi posti da Bruno sono problemi di cui discutiamo ancora oggi. Uno di questi problemi è, in tutta evidenza, quello dell'universo infinito.<ref>Citato in ''[http://archiviostorico.corriere.it/2003/maggio/30/Prigogine_con_Bruno_dentro_infinito_co_0_030530072.shtml Prigogine: con Bruno dentro l'infinito]'', ''Corriere della Sera'', 30 maggio 2003, p. 37.</ref>
26 703

contributi