Differenze tra le versioni di "Piero Martinetti"

m
*Ogni atto della [[vita]] non è che un lento processo di unificazione.<ref>Da ''Scritti di metafisica e di filosofia della religione'', volume I, Milano, 1976.</ref>
*Qual è il contenuto essenziale della religione filosofica? Essa è la conoscenza di [[Dio]] e delle sue leggi eterne: la nostra massima perfezione e il nostro bene supremo stanno nella conoscenza e nell'amore intellettuale di Dio. [...] Finché l'uomo non ha una conoscenza intellettiva di Dio, egli apprende le sue volontà come precetti; ma quando ne ha penetrato la natura, l'obbedienza fa posto all'amore che nasce dalla conoscenza vera così necessariamente come la luce nasce dal sole.<ref>Da ''Problemi religiosi nella filosofia di B. Spinoza'', in ''La religione di Spinoza'', pp. 160-161.</ref>
*Rigorosamente parlando, anche ciò che ciò che a noi appare inanimato e [[materia|materiale]] è un'esistenza che si partecipa della nostra esistenza, un modo di [[coscienza]] che si partecipa della nostra coscienza, un soggetto che comunica col nostro soggetto.<ref>Da ''Scritti di metafisica e di filosofia della religione'', Edizioni di comunità, 1976, vol. I, p. 181.</ref>
 
==''L'educazione della volontà''==
87

contributi