Apri il menu principale

Modifiche

standardizzo, + nota
 
==Citazioni==
* Adoro il profumo di scoregge mattutine! (Patches O'Houlihan, ''[[Palle al balzo - Dodgeball]]'')
* Da ragazzo avevo letto una storia buffa, e non mi ricordo il titolo né l'autore, ma ricordo una frase: «Da qualche parte, un rospo scoreggiò in modo sinistro» ([[Joe R. Lansdale]])
* Donne e scoregge scappano..anche se non vuoi. ([[Stefano Benni]])
* Due camminando di notte per dubbiosa via, quello dinanzi fece grande strepito col culo; e disse l'altro compagno: — or veggo io ch'i' son da te amato. — Come? disse l'altro. — Quel rispose: — tu mi porgi la coreggia,<ref>Doppio senso dovuto al fatto che "coreggia" può significare sia "scorreggia" sia "striscia di cuoio, cinghia".</ref> perch'io non caggia, né mi perda da te. — ([[Leonardo da Vinci]])
* ''Ed elli avea del cul fatto trombetta''. ([[Dante Alighieri]])
* La flatulenza è un disturbo fastidioso e imbarazzante, ma di solito non è mai preoccupante sotto il profilo medico [...]. Essa, inoltre, può essere efficacemente controllata con la dieta. ([[Jean Carper]])
* La verità è che trecento milioni di americani ogni giorno espellono gas attraverso l'ano. Per saperne di più sulla flatulenza potete visitare il mio culo. (Peter Griffin, ''[[La storia segreta di Stewie Griffin]]'')
* La vita è breve come la scoreggia di una farfalla. (Markov, ''[[Io, Beau Geste e la legione straniera]]'')
* Le Muse non amano partorire nei ricchi palazzi e tengono i loro figli a stecchetto, forse per timore che ingrassino e che l'ispirazione si tramuti in flatulenze. ([[Anacleto Verrecchia]])
* ''Me pare me mare | me manda cagare | el prete me vede | mi taco scoréde.''<ref>Traduzione letterale in italiano: «''Mio padre e mia madre | mi mandano a cacare | il prete mi vede | e io inizio a scoreggiare''». Libera traduzione del doppio senso: «''I miei genitori | mi sgridano in malo modo | mi vede anche il prete | allora non accetto anche la sua intrusione deridendolo''».</ref> ([[Luigi Meneghello]])
* Mia moglie scoreggiava quando era nervosa. Aveva una serie di meravigliose debolezze. Aveva l'abitudine di scoreggiare nel sonno! {{NDR|ridono}} Scusa se ti racconto questa cosa. Una volta fu talmente forte che svegliò il cane! {{NDR|ridono}} Si svegliò anche lei e mi disse "sei stato tu?", e io "si", non ho avuto il coraggio. (Sean, ''[[Will Hunting - Genio ribelle]]'')
* Non ho mai scorreggiato prima dei 30 anni. (Peter Griffin, ''[[I Griffin]]'', episodio ''Soldi dal cielo'')
* Non ho mai sentito dire che le flatulenze determinino situazioni filosofiche. ([[Friedrich Nietzsche]])
* Quante volte, la vocina squillante di una delle due creature esclama: «YO ECIO PEO!» Che significa: «Ho mollato una brenza». Una brenza lo immaginate, cos'è, vero? Che hai in braccio la Johanna e senti come una vibrazione sull'avambraccio su cui è seduta. E non è arrivato un messaggio sul cellulare. È una brenza. E lesta, a sottolinearlo, con un'espressione di meraviglia e anche con una qual soddisfazione: «YO ECIO PEO!» ([[Leo Ortolani]])