Differenze tra le versioni di "Matthew Fox"

m
nessun oggetto della modifica
m
==''In principio era la gioia''==
===[[Incipit]]===
Sul suo letto di morte, il grande psicologo e amico dell'umanità [[Erich Fromm]] si volse verso il suo amico Robert Fox e gli chiese: «Com'è, Bob, che gli esseri umani sono più necrofili che biofili?». Una domanda significativa. Perché mai noi preferiamo l'amore per la morte all'amore per la vita, i missili alla festa, il potere sugli altri al potere diffuso, l'accumulare invece del condividere?
 
===Citazioni===
*La [[Occidente|civiltà occidentale]] ha preferito l'amore per la morte all'amore per la vita nella misura in cui le sue tradizioni religiose hanno preferito la redenzione alla creazione, il peccato all'estasi, e l'introspezione individuale all'apprezzamento positivo del cosmo. (p. 29)
*In Occidente, la [[teologia]] della [[parola di [[Dio]] ha quasi ucciso la parola di Dio. (p. 34)
*La vera parola energetica e creativa di Dio, la ''dabhar'', non verrà imprigionata a lungo. Il nostro compito spirituale è quello di lasciarla agire in modo da poterne essere riempiti e dunque proseguire nel nostro compito di guarire, di celebrare con gioia e di contribuire alla creazione. Perché la ''dabhar'' desidera incarnarsi in noi. (p. 38)
 
*Matthew Fox, ''Il silenzio, la luce, la giustizia'', traduzione di Fabio Galimberti, in Aa.Vv., ''Dialogo tra credenti e non credenti'', Einaudi, 2013.
*Matthew Fox, ''In principio era la gioia'', traduzione di Gianluigi Gugliermetto, Fazi Editore, 2011.
*Matthew Fox, ''The Reinvention of Work'', Harper, New York, 1994.
*[[Will Tuttle]], ''Cibo per la pace'', traduzione di Marta Mariotto, Edizioni Sonda, 2014.