Differenze tra le versioni di "8½"

866 byte aggiunti ,  6 anni fa
+4
(+2, trasformo frase in dialogo)
(+4)
 
*E che significato ha? È un personaggio dei suoi ricordi d'infanzia, non ha niente a che vedere con una vera coscienza critica. No, se lei vuole davvero fare qualcosa di polemico sulla coscienza cattolica in Italia, ebbene, caro amico, in questo caso, mi creda, è assolutamente necessario anzitutto un livello culturale molto più elevato e poi una logica di una lucidità inesorabile. Mi perdoni ma la sua tenera ignoranza è del tutto negativa. I suoi piccoli ricordi bagnati di nostalgia, le sue vocazioni inoffensive e in fondo emotive, sono le azioni di un complice [...] e la coscienza cattolica... ma... ma pensi un po' a ciò che è stato [[Gaio Svetonio Tranquillo|Svetonio]] al tempo dei cesari. No, lei parte con una ambizione di denuncia e arriva al favoreggiamento d'un complice, ma lei vede che confusione, che ambiguità. ('''Carini''') {{NDR|a Guido}}
 
*Ma io l'ho capito, sai, quello che vuoi raccontare! Tu vuoi raccontare la confusione che un uomo ha dentro di sé. Ma devi essere chiaro! Mi devi far capire! Altrimenti che scopo c'è? ('''Pace''') {{NDR|a Guido}}
 
*È una baracca enfatica, proprio come lui: è il suo ritratto. ('''Matilde''') {{NDR|riferita all'astronave e a Guido}}
 
*Mi sembrava di avere le idee così chiare. Volevo fare un film onesto, senza bugie di nessun genere. Mi pareva di avere qualcosa di così semplice, così semplice da dire, un film che potesse essere utile un po' a tutti, che aiutasse a seppellire per sempre tutto quello che di morto ci portiamo dentro. E invece io sono il primo a non avere il coraggio di seppellire proprio niente. Adesso ho la testa piena di confusione, questa torre tra i piedi... chissà perché le cose sono andate così. A che punto avrò sbagliato strada? Non ho proprio niente da dire, ma lo voglio dire lo stesso. ('''Guido''') {{NDR|a Rossella}}
 
*Io credo che non potrei tradirti mai, non fosse altro per non sopportare il ridicolo, la fatica di doversi nascondere, mentire... Si vede che a te riesce facile invece! ('''Luisa''') {{NDR|a Guido}}
 
*Io non lo so che cosa credi di vedere, di scoprire tu nella mia vita, riducendo tutto alla meschinità di uno che ruba in cucina. Ma cosa ne sai della mia vita, di quello che ho, di quello che non ho, che ne sai? ('''Guido''') {{NDR|a Luisa}}
{{cronologico}}
*'''Guido''': Ammettiamo che sei la purezza, che sei la spontaneità. Ma che diavolo vuol dire essere proprio sinceri? Hai sentito che ha detto il falcaccio: {{NDR|facendo il verso a Carini}} "è ora di farla finita coi simboli, il richiamo della purezza, l'innocenza, l'evasione." Allora che vuoi? {{NDR|la visione di Claudia lo guarda}} Sì, potrebbe essere anche così: nel paese c'è una pinacoteca e tu la figlia del custode... sei cresciuta tra immagini di antica bellezza. {{NDR|Claudia ride, Guido affranto fa una capriola sul letto coperto di foto di attrici}} Hai ragione!<br />'''Claudia''' {{NDR|gli bacia la mano poi si siede accanto a lui sul letto}}: Son venuta per non andare via più! {{NDR|si stende accanto a lui}} Voglio far ordine, voglio far pulizia! Voglio far ordine, voglio far puli... {{NDR|Suona il telefono e Guido si sveglia}}
 
*'''Rossella''': Ma va! Davvero vedremo tutta questa roba nel tuo film? Mamma mia, il profeta fa la voce grossa, si è messo in testa di far paura a tutti quanti!<br />'''Guido''': Perché anche a te t'entusiasmano le storie dove non succede niente? Nel mio film invece succede di tutto, guarda un po'! Ci metto dentro tutto!
 
*'''Guido''': Eminenza, io non sono [[felicità|felice]].<br/>'''Cardinale''': Perché dovrebbe essere felice? Il suo compito non è questo. Chi le ha detto che si viene al mondo per essere felici? Dice [[Origene di Alessandria|Origene]] nelle sue omelie: «''extra ecclesiam nulla salus'', fuori della Chiesa non c'è salvezza; ''extra ecclesiam nemo salvatur'', fuori dalla Chiesa nessuno si salverà; ''salus extra ecclesiam non est'', non c'è salvezza fuori dalla Chiesa; ''Civitas Dei'', chi non è nella ''Civitas Dei'' appartiene alla ''Civitas Diaboli''.»