Differenze tra le versioni di "Marco Delvecchio"

nessun oggetto della modifica
 
==Citazioni di Marco Delvecchio==
*{{NDR|Sull'esperienza all'Inter}} Ho bellissimi ricordi dell'[[Football Club Internazionale Milano|Inter]]. Non scorderò mai il mio esordio in Coppa Italia contro la Juve. Ero a Viareggio e mi chiamarono per giocare con campioni del calibro di [[Lothar Matthäus|Matthäus]] e Brehme. Stavo bene: Moratti mi considerava fondamentale e mi diceva che ero incedibile, che dovevo dare una mano a far ambientare i nuovi compagni.<ref name="inter">{{cita web|url=http://www.fcinternews.it/news/delvecchio-amareggiato-quando-andai-via-dall-inter-78208|titolo=Delvecchio: "Amareggiato quando andai via dall'Inter"|pubblicazione=fcinternews.it|data=28 aprile 2012|accesso=27 giugno 2014}}</ref>
*{{NDR|Sull'addio all'Inter}} Ero in Under 21, mi chiamarono e mi dissero che mi dovevo trasferire a Roma per via di uno scambio con Branca. Ero stupito e amareggiato e ci rimasi male. Misi però poco a dimenticare e ambientarmi. Devo anzi ringraziare [[Massimo Moratti|Moratti]] perché mi diede la possibilità di fare una carriera che forse all'Inter non avrei fatto.<ref name="inter"/>
*{{NDR|Su [[Carlo Mazzone]]}} Il mio primo allenatore qui a Roma, colui che mi ha lanciato. Mi ricordo che la prima volta che arrivai al Cicerone mi disse che i titolari erano Balbo e Fonseca più un ragazzino promettente come Totti e che mi sarei dovuto guadagnare il posto. Alla fine mi ha sempre fatto giocare titolare al ritorno. Gli devo molto per la mia esperienza qui a Roma.<ref name="intervista">{{cita web|url=http://www.romaforever.it/news/leggi.php?idNews=40138|titolo=DELVECCHIO: "Devo molto a Mazzone e Sensi, Capello ti faceva dare il massimo, Batistuta un fratello"|pubblicazione=romaforever.it|data=31 ottobre 2014}}</ref>
*{{NDR|Sulla prima doppietta con la Roma}} Contro la [[ACF Fiorentina|Fiorentina]], vincemmo 1-4. Uno su assist di [[Giuseppe Giannini|Giannini]], l'altro su assist di Di Biagio, mi guadagnai anche un rigore che tirò Balbo, meglio così perché sbagliavo sempre. Facevo anche il militare, dovevo tenere i capelli ancora più corti. Davanti usavo molto gel per appiattirli.<ref name="intervista"/>
6

contributi