Differenze tra le versioni di "Agesilao II"

m
+wikilink
m (+wikilink)
*{{NDR|In risposta ad un tale che lodava un [[Oratoria|oratore]] per la sua abilità di rendere grandi le cose piccole}} Secondo me, non vale niente un ciabattino che confeziona scarpe grosse per un piede piccolo. (208 C)
*{{NDR|In risposta ad un medico che gli aveva prescritto [[Accanimento terapeutico|una cura elaborata e complicatissima]]}} Perdìo! Non sta scritto da nessuna parte che mi tocca vivere per forza e a qualunque costo. (208 E)
*{{NDR|Dopo aver conquistato moltissime città e raccolto un ricchissimo bottino in Frigia, regione controllata dal satrapo persiano Tissaferne, che aveva dichiarato guerra ad Agesilao dopo aver stipulato con lui una tregua}} Infliggere un danno dopo aver concluso una [[cessate il fuoco|tregua]], è un'azione empia; invece [[Inganno|ingannare]] i [[Nemico|nemici]] non solo è giusto e onorevole, ma anche piacevole e vantaggioso. (209 A-B)
*{{NDR|Mostrando ai suoi soldati i corpi nudi dei prigionieri persiani, bianchi e molli perché vissuti sempre al chiuso, e i loro abiti preziosi}} Queste sono le cose per cui combattete, e questi sono gli uomini contro cui combattete. (209 C)
*{{NDR|In risposta ad un tale che gli chiedeva quale vantaggio avessero dato a [[Sparta]] le leggi di [[Licurgo]]}} Quello di disprezzare i piaceri. (210 A)