Differenze tra le versioni di "Giuseppe Furino"

+1
m
(+1)
 
==Citazioni di Giuseppe Furino==
* {{ndr|Sullo Stile Juventus}} È una forma di educazione sportiva, una conservazione di valore. Il campo non è tutto, anzi è la conseguenza dell’affiatamento, della vita fuori campo. Noi abbiamo la consapevolezza di cosa significa essere professionisti: significa anche non parlare male dei compagni, discutere tutto all’interno, significa andaré in trasferta in ordine con la divisa sociale, pettinati, la cravatta. Sembrano sfumature, ma contano. Le squadre estere di grande tradizione si comportano nello stesso mdo. Chiamiamolo [[stile]], se volete: per me è una scelta di valori.<ref>Citato in [[Gianni Mura]]; Andrea Gentile, Aurelio Pino, ''Non gioco più, me ne vado: gregari e campioni, coppe e bidoni'', ''Il Saggiatore'', Milano, 2013, p. 190. ISBN 88-4281-752-X</ref>
 
{{Intestazione|Intervista di Guido Vaciago, ''Furino sorride: «Rivedo la voglia della vera Juve»'', ''Tuttosport'', 20 novembre 2011, p. 4}}
*[Lo [[Juventus Stadium]]] È sicuramente bellissimo. Uno stadio per il calcio, emozionante e perfetto per godersi la partita. Ho ritrovato il gusto di fare il tifoso, ma anche grazie alla squadra.
==Citazioni su Giuseppe Furino==
*Nella sua storia leggendaria la Juve ha avuto eccelsi gregari. Ma nessuno all'altezza di questo nano portentoso, incontrista e cursore, immenso agonista, indomabile nella fatica, i piedi come uncini dolorosi in certe circostanze. ([[Vladimiro Caminiti]])
 
==Note==
<references/>
 
==Altri progetti==
Utente anonimo