Differenze tra le versioni di "Hillel Slovak"

Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
==''Behind The Sun: Il diario di Hillel Slovak''==
===[[Incipit]]===
Il 27 Giugno 1988, alle 8:00 pm, ero seduto nel mio appartamento, stavo disegnando alla scrivania. Due amici di Hillel arrivarono alla porta e dissero "Hey, James, possiamo parlarti un secondo?", dissi loro: "Certo, entrate". Uno dei due ragazzi rispose. "No, vieni fuori". Subito dopo, mi accorsi delle loro facce pallide e bianche come se avessero visto un fantasma, e capii che c'era qualcosa che non andava. Uscii fuori e uno dei due ragazzi disse: "Amico, tuo fratello è morto!". Non dimenticherò mai queste parole fino a quando sarò in vita. Gridai :" Di che cosa stai parlando ?!" "Hillel è morto. èÈ andato in overdose." Fu lì che tutta la mia vita cambiò in un secondo. Mi dissero che dovevo andare con loro nell'appartamento di Hillel per identificare il corpo, perchè la polizia ed il Medicomedico Legalelegale erano lì.. Ero in shock totale e avevo male allo stomaco. Quando arrivai all'appartamento il manager aveva già identificato il corpo di Hillel, così non dovetti farlo io. Dopo aver firmato le carte del rilascio, dovevo prendere la decisione di dire a mia madre cos' era successo. Da lì guidai fino a casa di mio zio Aron, lo stesso zio che comprò ad Hillel la sua prima chitarra in occasione del suo tredicesimo compleanno. Arrivai a casa sua nel panico totale, andando fuori di testa al pensiero di come dirlo a mia madre. Decidemmo che sarebbe andato lui da mia madre a dirle cos' era successo, e che lo avrei incontrato lì. (James Slovak)
===Citazioni===
*''13 Febbraio 1986''. Sto ascoltando le cassette degli Anthym, che nostalgia. Stasera sono andato a trovare Alain e Natascha. Mi ha fatto ascoltare la sua musica … fa abbastanza schifo. Alain è di certo un tipo strano. Oggi sono stato da Ventura a prendermi la sedia. Anthony Ward è un caro ragazzo. Gli ultimi giorni sono stati tutti uguali…. La mamma è l’amore della mia vita . Ho bisogno di un’innamorata. Caroline? Non saprei, a volte pare così distante e altre sembra a distanza di una telefonata. Mi piace quel pezzo di Stevie Wonder, “Go Home”, mi ricorda Addie. Sto facendo degli strani sogni.
5 788

contributi