Differenze tra le versioni di "Il mestiere delle armi"

== Dialoghi ==
{{cronologico}}
 
'''Banditore''' :" l'Illustrissimo Signor Jioanni De Medici, Capitano dell'esercito di sua Santità papa Clemente VII,fuit infirmus per die quattro et mortus est in contrada Grifone expedro per essere ferito in una gamba da un colpo de artiglieria. In Mantua ,ultimo de Novembre 1526"
* '''Luc'Antonio Cuppano''': Ecco qua, un bel compenso per un soldato dei nostri giorni: una palla d'archibugio spiaccicata proprio come una palanca.<br/>'''Pietro Aretino''': Colonnello Cuppano, le nuove armi da fuoco cambiano le guerre, ma sono le guerre che cambiano il mondo.
* '''Pietro Aretino''': Quel verme di Federico {{NDR|Gonzaga}}: prima giura fedeltà al Papa, poi offre protezione agli alemanni del Frundsberg.<br/>'''Giovanni De' Medici''': È la [[politica]], messere Aretino. Come scrive il [[Niccolò Machiavelli|Machiavello]], ormai la politica conta più degli eserciti, no?
Utente anonimo