Differenze tra le versioni di "John Fitzgerald Kennedy"

m
Annullate le modifiche di 93.33.130.100 (discussione), riportata alla versione precedente di 2.40.30.28
m (Annullate le modifiche di 93.33.130.100 (discussione), riportata alla versione precedente di 2.40.30.28)
:''Ich bin ein Berliner''. (dal discorso tenuto a Berlino Ovest, 26 giugno 1963)
*Signore e signori, la parola "segretezza" è ripugnante in una società libera e aperta e noi, come popolo, ci siamo opposti, instrinsecamente e storicamente, alle società segrete, ai giuramenti segreti e alle riunioni segrete. Siamo di fronte, in tutto il mondo, ad una cospirazione monolitica e spietata, basata soprattutto su mezzi segreti per espandere la sua sfera d'influenza, sull'infiltrazione anziché sull'invasione, sulla sovversione anziché sulle elezioni, sull'intimidazione anziché sulla libera scelta. È un sistema che ha reclutato ampie risorse umane e materiali nella costruzione di una macchina affiatata, altamente efficiente, che combina operazioni militari, diplomatiche, di intelligence, economiche, scientifiche e politiche. Le sue azioni non vengono diffuse, ma tenute segrete. I suoi errori non vengono messi in evidenza, ma vengono nascosti. I suoi dissidenti non sono elogiati, ma ridotti al silenzio. Nessuna spesa viene contestata. Nessun segreto viene rivelato. Ecco perché il legislatore ateniese Solone decretò che evitare le controversie fosse un crimine per ogni cittadino. Sto chiedendo il vostro aiuto nel difficilissimo compito di informare e allertare il popolo americano. Sono convinto che con il vostro aiuto l'uomo diventerà ciò che per cui è nato: un essere libero e indipendente. (dal [http://www.jfklibrary.org/Research/Ready-Reference/JFK-Speeches/The-President-and-the-Press-Address-before-the-American-Newspaper-Publishers-Association.aspx discorso] presso l'Hotel Waldorf-Astoria di New York, 27 aprile 1961)
*Tre cose non è dato sapere all'Uomo: Dio, il ridere e l'umana follia.
*Il [[conformismo]] è il carceriere della libertà e il nemico dello sviluppo. (dal [http://www.jfklibrary.org/Research/Ready-Reference/JFK-Speeches/Address-Before-the-General-Assembly-of-the-United-Nations-September-25-1961.aspx messaggio all'ONU] del 25 settembre 1961)
*Io sono un [[idealismo|idealista]] senza illusioni.<ref>Citato in [[Enzo Biagi]], ''Buoni cattivi: esiste ancora una morale valida per tutti?'', BUR, Milano, 1991, p. 15. ISBN 88-17-11549-5</ref>
*Gli uomini vincenti trovano sempre una strada... i perdenti una scusa.
*L'umanità deve porre fine alla [[guerra]], o la guerra porrà fine all'umanità. (dal messaggio all'ONU del 25 settembre 1961)
*L'[[uomo]] è ancora il più straordinario dei [[computer]]. (da un discorso del 21 maggio 1963)
42 716

contributi