Differenze tra le versioni di "Marco Porcio Catone"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  5 anni fa
m
m (→‎Citazioni di Marco Porcio Catone: Aggiungo due wikilink)
 
==Citazioni di Marco Porcio Catone==
*È meglio avere degli acerrimi [[Nemico|nemici]] piuttosto che quegli [[Amico|amici]] che si fingono dolci: i primi spesso dicono il vero, i secondi mai.<ref>Citato in Paola Mastellaro, ''Il libro delle citazioni latine e greche'', Mondadori, Milano, 2012, p. 20. ISBN 978-88-04-47133-2.</ref> (citato in [[Cicerone]], ''De amicitia'', 24, 90)
:''Melius acerbos inimicos mereri, quam eos amicos, qui dulces videantur: illos verum saepe dicere, hos numquam''.
*Fuggi le chiacchiere, per non essere reputato un loro fomentatore: a nessuno nuoce aver taciuto, nuoce aver parlato. (da ''Distico'')
:''Rumores fuge, ne incipias novus auctor haberi: nam nulli tacuisse nocet, nocet esse locutum''.
*Per il resto ritengo che [[Cartagine]] dev'essere distrutta. (da [[Plutarco]], ''Vita di Catone'')
:''Ceterum censeo Carthaginem esse delendam'' anche come ''Carthago delenda est''.
*È meglio avere degli acerrimi [[Nemico|nemici]] piuttosto che quegli [[Amico|amici]] che si fingono dolci: i primi spesso dicono il vero, i secondi mai.<ref>Citato in Paola Mastellaro, ''Il libro delle citazioni latine e greche'', Mondadori, Milano, 2012, p. 20. ISBN 978-88-04-47133-2.</ref> (citato in [[Cicerone]], ''De amicitia'', 24, 90)
:''Melius acerbos inimicos mereri, quam eos amicos, qui dulces videantur: illos verum saepe dicere, hos numquam''.
 
===Attribuite===
1 285

contributi