Apri il menu principale

Modifiche

m
nessun oggetto della modifica
*Le [[Scienza|scienze]] morali non soddisferanno il pensiero umano che quando, nel corso della loro evoluzione s'incontreranno colle scienze esatte e cammineranno alla pari. (p. 129)
*{{NDR|Von Koren}} – La legge morale esige, supponiamo, che amiate gli uomini? Ebbene! l'amore deve consistere nell'allontanare tutto ciò che, in un modo o nell'altro, nuoce agli uomini e li minaccia nel presente e nell'avvenire. Il nostro sapere e l'evidenza vi dicono che, da parte degli individui anormali, fisicamente e moralmente, un pericolo minaccia l'umanità. Così essendo, lottate contro gli anormali. Se non avete la forza di ricondurli alla normalità, abbiate almeno la forza e la capacità di impedir loro di nuocere; cioè la forza di sopprimerli.<br>{{NDR|Diacono}} – L'amore consiste dunque nel fatto che il debole sia vinto dal forte?<br>{{NDR|Von Koren}}- Senza dubbio.<br>{{NDR|Diacono}} – Ma, ribatté con ardore il diacono, – i forti hanno crocifisso Nostro Signore [[Gesù Cristo]]!<br>{{NDR|Von Koren}} – Tutt'altro!: non sono stati i forti che l'han crocifisso, ma i deboli! La [[cultura]] umana attenua la lotta per l'esistenza e la selezione, e tende ad annullarla; da ciò, la rapida moltiplicazione dei deboli e il loro predominio. (p. 131)
*Quando il [[diluvio]] ci minaccia, non bisogna temere di bagnarsi i piedi. (p. 132)
*[[Cristo]] ci ha insegnato un amore ragionevole, sensato e utile. (p. 134)
*La [[fede]] trasporta le montagne.<ref>Cfr. [[Gesù]]: «Abbiate fede in Dio! In verità vi dico: chi dicesse a questo monte: Lèvati e gettati nel mare, senza dubitare in cuor suo ma credendo che quanto dice avverrà, ciò gli sarà accordato».</ref> (p. 135)