Lewis Carroll: differenze tra le versioni

Etichetta: caratteri ripetuti
*Ogni cosa ha la sua [[morale]], se si sa trovarla.
*Povero me! Povero me! Arriverò in ritardo! (Bianconiglio)
*Prima l'esecuzione, poi il verdetto. (cap. XII)astromoltontarementestona
*Tagliategli la testa! (Regina di cuori)
*«Se ognuno si facesse i cavoli suoi,» ringhiò la Duchessa inviperita, «il mondo girerebbe un bel po' più svelto.» <br />«Il che non ci porterebbe affatto ''avanti'',» disse Alice, felice di poter esibire un assaggio della sua cultura. (cap. VI)f newnreddjieeeeefncv dseiwnrfeifnewiunfiwdvnfdv
*«Non mi pare che stiano giocando con lealtà,» protestava Alice, «e poi battibeccano tutti con quanto fiato hanno in gola che uno non riesce neanche a sentire la propria voce... e le regole poi, così imprecise, ammesso che ce ne siano, non le rispetta nessuno...» {{NDR|Parlando delle partite a croquet dalla regina}} (cap. VIII)
*«Ma io non voglio andare fra i matti», osservò Alice. <br />«Be', non hai altra scelta», disse il Gatto «Qui siamo tutti matti. Io sono matto. Tu sei matta.» <br />«Come lo sai che sono matta?» disse Alice. <br />«Per forza,» disse il Gatto: «altrimenti non saresti venuta qui.»
Utente anonimo