Apri il menu principale

Modifiche

416 byte aggiunti ,  5 anni fa
 
====Di orazioni non identificate====
*Due sono i motivi per cui gli uomini si astengono dalle [[Colpa|colpe]]: la paura e la vergogna. (frammento conservato da Massimo il Confessore, in ''Loci communes'', col. 729 Migne; traduzione in ''Oratori attici minori'', p. 313)
*È nei primi stadi che bisogna sbarrare la via ai delitti; una volta che il male abbia messo radici e sia divenuto vecchio come un'infermità congenita, è difficile estinguerlo. (frammento conservato da Giovanni Stobeo, in ''Florilegio'', IV, 5, 63 ed. Wachsmuth-Hense; traduzione in ''Oratori attici minori'', p. 311)
*L'[[BontàAvarizia|uomo buonoavaro]] devee mostrareil nelledissipatore suehanno paroleun comesolo pensae medesimo difetto. Entrambi non sanno far uso del denaro e nelleper sueentrambi opereesso comeè agiscemotivo di infamia. Perciò con ragione entrambi ricevono uguale castigo, perché ugualmente non sono degni di possedere. (frammento conservato da GiovanniRutilio Stobeo,Lupo in ''Florilegio'',De figuris IV,sententiarum 23et elocutionis'', 34 ed.II, Wachsmuth-Hense9; traduzione in ''Oratori attici minori'', p. 313315)
*Nessuna maleducazione è più grave dellL'[[ingiuriaBontà|uomo buono]]re deve mostrare nelle sue parole come pensa e nelle sue opere come agisce. (frammento conservato da MassimoGiovanni ilStobeo Confessore,in ''Loci communesFlorilegio'', col. 729IV, 23, 34 ed. MigneWachsmuth-Hense; traduzione in ''Oratori attici minori'', p. 313)
*NessunNessuna segnomaleducazione dell'animoè glipiù uominigrave recano impresso sul voltodell'[[ingiuria]]re. (frammento conservato da ClementeMassimo Alessandrino,il Confessore in ''MiscellaneaLoci communes'', VI,col. II, 18, 8 ed.729 StählinMigne; traduzione in ''Oratori attici minori'', p. 311313)
*Nessun segno dell'animo gli uomini recano impresso sul volto. (frammento conservato da Clemente Alessandrino in ''Miscellanea'', VI, II, 18, 8 ed. Stählin; traduzione in ''Oratori attici minori'', p. 311)
 
==Note==
1 273

contributi