Robert Musil: differenze tra le versioni

-Focus
(→‎Citazioni: “Bisogna tornare a impossessarsi dell'irrealtà! La realtà non ha più senso!” (Robert Musil, “L'uomo senza qualità”, pag. 558 - Einaudi, 1978))
(-Focus)
 
==Citazioni di Robert Musil==
*Certo, se si vuole assolutamente definire prostituzione il vendere solo il proprio corpo, e non, com'è costume, l'intera persona, allora bisogna dire che Leona occasionalmente esercitava la prostituzione. <ref>Citato in ''Focus'', n. 97, p. 190.</ref>
*La [[morale]] è la fantasia.<ref>Citato in ''Focus'', n. 80, p. 184.</ref>
*La [[nobiltà]] dello spirito, rispetto a quella tradizionale, ha il vantaggio che uno se la può conferire da solo.<ref>Da ''Monologo di un aristocratico dello spirito'', in ''Frammenti postumi in prosa'', ''Romanzi brevi, novelle e aforismi''.</ref>
*Di un [[uomo]] importante non si deve sapere quello che fa, ma soltanto i suoi arrivi e le sue partenze.
*E poiché possedere delle qualità presuppone una certa soddisfazione di constatarle reali, è lecito prevedere come a uno cui manchi il senso della realtà anche nei confronti di se stesso, possa un bel giorno capitare di scoprire in sé l'uomo senza qualità. (cap. 4)
*Certo, se si vuolevuol assolutamenteper definireforza chiamare [[prostituzione]] il vendere per solodenaro soltanto il proprio corpo, e non, com'come è costumeusuale, l'intera persona, allora bisogna dire che Leona occasionalmente esercitava occasionalmente la prostituzione. <ref>Citato in ''Focus'', n(cap. 97,6; p. 190.</ref>2013)
*In fondo quell'esperienza {{NDR|di lotta}}, di un'estasi, di una trascendenza quasi completa di una persona cosciente, era affine a un genere di esperienze perdute, già note ai mistici di tutte le religioni, e quindi si poteva in qualche maniera considerare come il surrogato moderno di eterne esigenze, un cattivo surrogato, ma pur sempre un surrogato; sicché la boxe e altri sport analoghi, che lo introducono in sistema razionale, sono una specie di teologia, anche se non si può pretendere che ciò venga universalmente riconosciuto.<ref>Cfr. ''[[Fight Club]]''.</ref> (cap. 7)
*[…] anche l'[[amore]] era fra quelle esperienze mistiche e pericolose, perché toglie l'uomo dalle braccia della ragione e lo lascia letteralmente sospeso a mezz'aria sopra un abisso senza fondo. (cap. 7)
45 599

contributi