Differenze tra le versioni di "Il marchese del Grillo"

m
*'''Amministratore''': Ci sarebbe Aronne Piperno l'ebanista, ha finito il suo lavoro e sarebbe giusto pagarlo. <br/>'''Marchese del Grillo''': Sarebbe giusto dici? <br/>'''Amministratore''': Credo di sì, signor Marchese. <br/>'''Marchese del Grillo''': E allora facciamo giustizia... fallo veni'... Aronne Piperno... mò lo pago... Aronne Piperno... vieni vieni, vieni avanti... <br/>'''Aronne Piperno''': Riverisco Eccellenza. <br/>'''Marchese del Grillo''': Aronne tu lavori bene... <br/>'''Aronne Piperno''': Grazie! <br/>'''Marchese del Grillo''': ...bella a buasserie, bello l'armadio, belle e cassapanche... bello, bello, bello tutto... bravo... grazie... adesso te ne poi pure anna'... <br/>'''Aronne Piperno''': Non ho capito, Eccellenza... <br/>'''Marchese del Grillo''': Ah n'hai capito, ho detto: adesso te ne poi anna'!! <br/>'''Aronne Piperno''': Me ne devo anna'! Ma io c'avrei... <br/> '''Marchese del Grillo''': Che c'avresti? <br/>'''Aronne Piperno''': ...il conticino! <br/>'''Marchese del Grillo''': Ah c'hai er conticino? E dammelo sto conticino! <br/> '''Aronne Piperno''': Ecco! <br/>'''Marchese del Grillo''': Ecco er conticino! Ecco fatto! {{NDR|il marchese del Grillo strappa il conto di Aronne Piperno}} <br/>'''Aronne Piperno''': E perché l'ha strappato? <br/>'''Marchese del Grillo''': Embè? Che ce faccio?! <br/>'''Aronne Piperno''': Ma come che ce faccio. E li sordi miei? <br/>'''Marchese del Grillo''': Eh... nun te li do. <br/>'''Aronne Piperno''': Come nun me li da? <br/>'''Marchese del Grillo''': E come? Voi sape' la procedura? <br/>'''Aronne Piperno''': Sì sì sì <br/>'''Marchese del Grillo''': Io i sordi nun li caccio e tu nun li becchi. <br/> '''Aronne Piperno''': Ah ho capito, me vo' fa uno scherzo... <br/>'''Amministratore''': Credo! <br/>'''Marchese del Grillo''': Ecco bravo, chiamalo scherzo. <br/>'''Aronne Piperno''': Lei è famoso per gli scherzi, ne raccontano tante... <br/>'''Marchese del Grillo''': E allora racconta pure questo, Piperno. <br/>'''Aronne Piperno''': Ho capito, forse Eccellenza vole un po' di sconto. <br/>'''Marchese del Grillo''': No! Il marchese del Grillo nun chiede mai sconti: paga o nun paga... e io nun te pago! Buttalo fori... <br/>'''Aronne Piperno''': Ma c'è quarche cosa che nun va? <br/>'''Marchese del Grillo''': Ma tutto Aronne mio! Tanto comincia a di' nell'armadio che tu hai costruito io c'ho sbattuto un ginocchio che me so' fatto pure male! <br/> '''Aronne Piperno''': Ma io che c'entro?... <br/>'''Marchese del Grillo''': Nun è una buona ragione questa? <br/>'''Amministratore''': Sì Eccellenza! <br/>'''Marchese del Grillo''': E in più... tu sei giudeo e i tuoi antenati falegnami hanno fabbricato la croce dove hanno inchiodato nostro signore Gesù Cristo... posso essere ancora un po' incazzato pe' sto fatto? <br/>'''Amministratore''': Ma certo Eccellenza! <br/>'''Marchese del Grillo''': Eh! 'o senti? Comunque... se credi d'ave' ragione famme causa? <br/>'''Aronne Piperno''': Ma io c'ho ragione! <br/>'''Marchese del Grillo''': E vabbè se i giudici te la danno io te pago... adesso famme anna' a dormi' che so' stato in piedi tutta la notte! <br/>'''Aronne Piperno''': Ce ripensi Eccelenza! <br/> '''Marchese del Grillo''': NO, NO... <br/>'''Aronne Piperno''': Vengo domani? <br/>'''Marchese del Grillo''': NOOO!! <br/>'''Aronne Piperno''': Ma io c'ho famija! <br/>'''Marchese del Grillo''': E io pure! <br/>'''Aronne Piperno''': Ma che devo fa'? <br/>'''Marchese del Grillo''': Te ne devi anna'!!! {{NDR|Il marchese del Grillo ad Aronne Piperno l'ebanista.}}
 
*{{NDR|il marchese del Grillo ha fatto murare la bottega di un prestatore, e ha fatto mettere un vespasiano di fronte al punto dove c'era la porta. Arriva il prestatore, che non trova la bottega.}}<br/>'''Prestatore''': Ma che è? Aoh, ma... ma...<br/>'''Marchese del Grillo''': Aoh, ma che stà a'guardà? {{NDR|orinando sul vespasiano}}<br/>'''Prestatore''' Ma questa è la bottega mia!<br/>'''Marchese del Grillo''': No, intanto questa è bottega mia... che guardi zozzo? Te faccio arresta', chiamo le guardie! Pussa via!<br/>'''Prestatore''' Ma nun è via de li Banchi Vecchi questa?<br/>'''Marchese del Grillo''': Bè? A Via de' Banchi Vecchi nun se po' piscià in pace?<br/>'''Prestatore''' E piscia n'do te pare, ma no addosso al negozio mio.! <br/>'''Marchese del Grillo''': A-ha, aridaje... a'mbriaco! Qui c'è un vespasiano, che negozio tuo...?<br/>'''Prestatore''': Ma è tutto bagnato... {{NDR|toccando il cemento ancora fresco}}<br/>'''Marchese del Grillo''': E certo, c'ho pisciato!<br/>'''Prestatore''': Che è successo...?? chCome po'è successo...esse'?? ieriIeri sera c'era!
 
*'''Papa Pio VII''': Ricordati figliolo che la Giustizia non è di questo mondo, ma dell'altro. <br/>'''Marchese del Grillo''': Eh, lo so Santità. Giustizia dell'altro mondo...<br/>'''Papa Pio VII''' Proprio così figliolo... E poiché Noi purtroppo siamo di questo mondo, ti condanniamo ugualmente a trenta giorni di fortezza. Dieci giorni per aver mancato di rispetto alla persona del Pontefice, dandolo per morto, del che facciamo i dovuti scongiuri; altri 10 giorni per esserti preso gioco della giustizia di questo nostro regno, facendo condannare un povero innocente.<br/>'''Marchese del Grillo''': No, eh, quello l'ho risarcito, Santità, hai voglia! Ho pagato tre volte il suo [[credito]], in più gli ho regalato un terreno fuori Porta San Sebastiano... eh eh. Avesse visto la faccia di Aronne Piperno, non stava più in sé dalla gioia!<br/>'''Papa Pio VII''' Eh vabbè... sorvoliamo e ti diamo un solo giorno. <br/>'''Marchese del Grillo''': Grazie...<br/>'''Papa Pio VII''' Uno per ogni cardinale, per ogni principe, per ogni funzionario da te indotto in corruzione. Quanti sono?<br/>'''Marchese del Grillo''': Chi, i corotti? <br/>'''Papa Pio VII''': Sì, quandi so'?<br/>'''Marchese del Grillo''': Be', 'na ventina. <br/>'''Papa Pio VII''': E allora i conti tornano! Son sempre trenta giorni! Questo è il verdetto emesso dal Pontefice Pio VII in qualità di capo del governo pontificio.<br/>[...]<br/>'''Papa Pio VII''': Onofrio, come papa e come capo della Chiesa di Cristo misericordioso, commuto seduta stante i trenta giorni di fortezza...<br />'''Marchese del Grillo''': Grazie, grazie. <br/>'''Papa Pio VII''': ...in trenta ''pateravegloria'' da dirsi trenta volte per trenta giorni consecutivi.<br/>'''Marchese del Grillo''': Ecco... allora era meglio anna' in fortezza!
214

contributi