Apri il menu principale

Modifiche

*Non esser costretto da ciò ch'è più grande, essere contenuto in ciò ch'è più piccolo, questo è divino! ([[Epitaffi|motto sulla tomba]] di Ignazio di Loyola)<ref>Citato in [[Friedrich Hölderlin]], ''Iperione'', a cura di Giovanni Angelo Alfero, UTET, Torino, 1931, p. 17.</ref>
:''Non coerceri maximo | contineri minimo, divinum est''.
*{{NDR|Le lettere di sant'Ignazio sono}} quanto di più straordinario abbia mai letto. ([[Adrienne von Speyr]])
*Per Ignazio l'obbedienza autentica è sempre carità verso Cristo che mi ha amato e scelto. ([[Hans Urs von Balthasar]])
*Sant'Ignazio si commoveva fino alle lacrime per le strade di Roma tutte le volte che vedeva tre cose: tre colombe, tre uomini, tre stelle in cielo, tre bambine che giocavano, perché gli ricordava questo mistero d'amore della Trinità. ([[Ernesto Cardenal]])