Differenze tra le versioni di "Renzo De Felice"

nessun oggetto della modifica
*Ridurre [...] gli avvenimenti del 1943-45 alla contrapposizione [[antifascismo]]-[[fascismo]] e alla lotta armata tra la Resistenza e la Rsi non è in sede storica sufficiente. (da ''Rosso e Nero'', p. 19)
*Credo che si tratti di un falso problema: la ''pietas'' per chi è caduto dalla parte sbagliata dovrebbe essere fonte di ulteriore legittimazione politica e storica se corrisponde alla capacità di "prendere su di sé l'onere etico di dichiarare 'civile' la guerra che ha combattuta e vinta": così dice Rusconi! (da ''Rosso e Nero'', p. 103)
*Gli storici che fanno un'affermazione a vent'anni, a venticinque, a trenta, e la rifanno a settanta, quasi sempre sono dei mediocri. (da ''Intervista sul Fascismo'', pag. 21)
 
==''Mussolini e il Fascismo''==
Utente anonimo