Differenze tra le versioni di "Paul Auster"

m
nessun oggetto della modifica
m (typos)
m
*Essere vivi voleva dire respirare aria; respirare aria voleva dire aria aperta. (da ''Timbuctù'', traduzione di Massimo Bocchiola, Einaudi)
*Nessuno è mai stato me. Può darsi che io sia il primo. (da ''Il libro delle illusioni'', traduzione di Massimo Bocchiola, Einaudi)
*Per me la più piccola [[parola]] è circondata da acri ed acri di silenzio, e perfino quando riesco a fissare quella parola sulla pagina mi sembra della stessa natura di un [[miraggio]], un granello di dubbio che scintilla nella sabbia. (da ''Leviatano'')
*[[Scrivere]] non è più un atto di libera scelta per me, è una questione di sopravvivenza. (da ''L'arte della fame'', traduzione di Massimo Bocchiola, Einaudi)