Differenze tra le versioni di "Il Signore degli Anelli - Le due torri"

nessun oggetto della modifica
*Ahimè questi giorni funesti spettano a me: i giovani periscono e i vecchi resistono; io dovrò vivere per vedere gli ultimi giorni della mia casata ! ('''Theoden''')
*Le fiamme di Isengard si spargeranno, i boschi di Tucboro e della Terra di Buck bruceranno, e quello che una volta era verde e bello in questo mondo sparirà. Non ci sarà più una Contea, Pipino. ('''Merry''')
*Non esiste una maledizione in Elfico, Entese o nelle lingue dell'uomodegli uomini per una tale perfidia. ('''Barbalbero''')
*Non temo né morte né dolore, temo la gabbia, stare dietro le sbarre finché l'abitudine e la vecchiaia le accettino e ogni occasione di valore sia diventata un ricordo o un desiderio. ('''Eowyn''')
*Dov'è? Dov'è? Fate largo, io lo ammazzo! Tu sei, l'uomo più fortunato, più scaltro, e più avventato che io abbia mai conosciuto. Che tu sia benedetto! ('''Gimli''', ad Aragorn)
3

contributi