Differenze tra le versioni di "Erich Fromm"

264 byte aggiunti ,  7 anni fa
*L'[[uomo]] è l'unico animale per il quale la sua stessa esistenza è un problema che deve risolvere. (da ''Dalla parte dell'uomo. Indagine sulla psicologia della morale'', Astrolabio Ubaldini, 1971)
*L'uomo è l'unico animale la cui esistenza è un problema che deve risolvere. (da ''Psicanalisi e religione'', Mondadori, 1996)
*L'uomo moderno, se osasse esprimere la sua concezione del paradiso, descriverebbe qualcosa di molto simile ai più ricchi supermercati del mondo, pieno di novità e gadget, e se stesso con tanti soldi per comprare quella roba. (citato in ''Focus'' N.87 pag. 144)
*La passione di distruggere la vita è l'attrazione per tutto quanto è morto, in disfacimento o puramente meccanico. (citato in Mario Lettieri, ''Il libro delle citazioni'', De Agostini, p. 465)
*Non è sorprendente che la visione profetica di un'umanità unita e pacifica, di giustizia per i poveri e gli indifesi, trovasse un suolo fertile tra gli ebrei e che non fosse mai dimenticata? Che quando le mura dei ghetti caddero al suolo, gli ebrei, in numero sproporzionatamente grande, fossero tra coloro che proclamavano gli ideali di internazionalismo, pace e giustizia? Quella che da un punto di vista umano è stata la loro tragedia — la perdita della loro terra e del loro stato — dal punto di vista umanistico fu la più grande benedizione: essendo fra chi soffre ed è disprezzato, furono capaci di svilupparsi e di mantenere una tradizione di umanesimo. (da ''Voi sarete come dèi'', traduzione di Stefania Gana, Ubaldini Editore)
Utente anonimo