Differenze tra le versioni di "Carl Sagan"

m
sistemo ult. ins.
m (sistemo ult. ins.)
*In molte culture la risposta consueta è che Dio o gli Dèi crearono l'universo dal nulla. Ma affrontando di petto la questione, dobbiamo poi chiederci: e da dove è venuto [[Dio]]? Se stabiliamo che la domanda è senza risposta, perché non risparmiarci un passaggio e dire che è l'universo a essere senza risposta? Oppure, se affermiamo che Dio è sempre esistito, perché non saltare questo passaggio e concludere che è l'universo a essere sempre esistito? Cioè, non abbiamo bisogno di una creazione, tutto è sempre stato qui. Non sono questioni semplici. La [[cosmologia]] ci porta a confrontarci coi misteri più oscuri, domande che finora erano affrontate soltanto dalla religione e dalla mitologia.
:''In many cultures, the customary answer is that a God or Gods created the Universe out of nothing. But if we wish to pursue this question courageously, we must of course ask the next question: where did God come from? If we decide that this is an unanswerable question, why not save a step and conclude that the origin of the Universe is an unanswerable question? Or, if we say that God always existed, why not save a step, and conclude that the Universe always existed? That there's no need for a creation, it was always here. These are not easy questions. Cosmology brings us face to face with the deepest mysteries, questions that were once treated only in religion and myth.'' (dalla serie televisiva ''The Edge of Forever'', stagione 1, episodio 10)
*L’assenza di una prova non è la prova di un’assenza.<ref> citatoCitato in "Luc Montagnier, Dominique Vialard, ''La scienza ci guarirà. Vincere le battaglie della vita con la prevenzione"di Luc Montagnier'', Dominique Vialard Editore: Sperling & Kupfer, pagp. 223, ISBN: 8820046644</ref>
*Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle [[stella|stelle]]. (da ''Cosmo'', traduzione di T. Chersi, Mondadori)
*Un ateo deve sapere molto di più di quello che so io. Un ateo è qualcuno che sa che Dio non esiste. Secondo alcune definizioni, l'[[ateismo]] è molto stupido.
27 091

contributi