Differenze tra le versioni di "John Locke"

m
abc, minuzie
(+1)
m (abc, minuzie)
'''John Locke''' (1632 – 1704), filosofo britannico.
 
*Le leggi non vegliano sulla verità delle opinioni ma sulla sicurezza e l'integrità di ciascuno e dello Stato.<ref>da ''Lettera sulla tolleranza'', 1689</ref>
*Il raffinamento dell'intelletto ha due fini: in primo luogo accrescere la nostra conoscenza, secondariamente permetterci di diffondere questa conoscenza agli altri.<ref>da ''Some thoughts concerning reading and study for a gentleman''. – John Locke, The Works, vol. 2, An Essay concerning Human Understanding, part 2 and Other Writings (1689)</ref>
*Le leggi non vegliano sulla verità delle opinioni ma sulla sicurezza e l'integrità di ciascuno e dello Stato.<ref>da ''Lettera sulla tolleranza'', 1689</ref>
 
==''Saggio sull'intelletto umano''==
 
==Citazioni su John Locke==
*[...] cheChe legame sussiste tra la sua. {{NDR|di Locke}} teorizzazione della [[schiavitù]] nelle colonie e la tratta e la tragedia dei neri, quella che gli odierni militanti afroamericani amano definire ''Black Holocaust''? È un problema che tanto più s'impone per il fatto che, alla fine del Seicento, sui corpi di non pochi schiavi neri veniva impresso il marchio RAC, le lettere iniziali della Royal African Company, di cui Locke era azionista. ([[Domenico Losurdo]])
 
==Note==
<references/>
 
==Bibliografia==
*John Locke, ''Saggio sull'intelletto umano'', traduzione di C. Pellizzi, Laterza, Bari, 1972.
*John Locke, ''Saggio sull'intelletto umano'', Utet Libri, 2013. ISBN 8841894083
 
==Note==
<references/>
 
==Altri progetti==
{{interprogetto|w|commons=Category:John Locke|s=en:Author:John Locke|s_preposiziones_lingua=in lingua inglese di o su}}
 
===Opere===