Differenze tra le versioni di "Discrezione"

m
Ordine alfabetico, wlink
m (Interwiki)
m (Ordine alfabetico, wlink)
==Proverbi italiani==
 
*Chi cerca di sapere ciò che bolle nella pentola d'altri, ha leccate le sue.
*La discrezione sta bene anche a casa del diavolo.
*La discrezione è madre della virtù.
*Nella bocca del discreto ciò che è pubblico diventa segreto.
*Chi vuol essere discreto, conservi il suo segreto.
*Non bisogna fare il passo più lungo della gamba.
*Nelle cose bisogna contentarsi dell'onesto.
*In tutto ci vuol misura.
*Non domandar quel che fanno gli altri e bada piuttosto ai fatti tuoi.
*Chi cerca i fatti altrui, non può esser buono.
*Chi guarda troppo gli altri, disimpara sé stesso.
*Chi s'impiccia dei fatti altrui, di tre malanni gliene toccan dui.
*Chi s'inserisce in ogni cosa può anche afferrar le vostre.
*Chi si impiccia dei fatti altrui, dimentica i suoi.
*I matti mettono il becco dappertutto.
*Chi sta troppo sulle chiacchiere, torna a casa pien di zacchere.
*Chi vuol essere discreto, conservi il suo segreto.
*I matti mettono il becco dappertutto.
*In tutto ci vuol misura.
*La discrezione è madre della [[virtù]].
*La discrezione sta bene anche a casa del [[diavolo]].
*Nella bocca del discreto ciò che è pubblico diventa segreto.
*Nelle cose bisogna contentarsi dell'onesto.
*Non bisogna fare il passo più lungo della gamba.
*Non domandar quel che fanno gli altri e bada piuttosto ai fatti tuoi.
*Pazzo è colui che bada ai fatti altrui.
*Chi guarda troppo gli altri, disimpara sé stesso.
*Chi cerca di sapere ciò che bolle nella pentola d'altri, ha leccate le sue.
*Chi s'inserisce in ogni cosa può anche afferrar le vostre.
*Chi s'impiccia dei fatti altrui, di tre malanni gliene toccan dui.
 
==Bibliografia==
92 953

contributi