Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
*Più l'[[uomo]] è stupido e meglio capisce il suo cavallo. (da ''I quaderni del dottor Cechov'')
*Può essere bello solo ciò che è grave. (da ''Il gabbiano'')
*Quel che proviamo quando siamo innamorati è forse la nostra condizione normale. L'amore mostra quale dovrebbe essere l'uomo. (dai ''Quaderni'')
*Si dice che la [[verità]] trionfa sempre, ma questa non è una verità. (da ''I quaderni del dottor Cechov'')
*Si fa fatica, leggendo [''[[Lev Tolstoj#La sonata a Kreutzer|La sonata]]''], a trattenersi dal gridare "è vero!" o "è assurdo!" (da una lettera del 15 febbraio 1890)<ref>Citato in Miriam Capaldo, ''L'amore ai tempi di Tolstoj'', in [[Lev L'vovič Tolstoj|Lev L. Tolstoj]], ''Il preludio di Chopin'', Editori Riuniti, 2010, p. XVIII. ISBN 978-88-359-9015-4</ref>
Utente anonimo