Differenze tra le versioni di "Anna Karenina"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  6 anni fa
m
Annullate le modifiche di 83.211.54.160 (discussione), riportata alla versione precedente di Spinoziano
m (Annullate le modifiche di 83.211.54.160 (discussione), riportata alla versione precedente di Spinoziano)
 
==[[Incipit]]==
===OSSIPOssip FELYNEFelyne===
Tutte le [[famiglia|famiglie]] felici si somigliano; ogni famiglia [[infelicità|infelice]] è invece disgraziata a modo suo.<br>In casa Oblonski tutto era sossopra. La moglie aveva scoperto una relazione amorosa del marito con una francese che era stata istitutrice in casa loro, qualche tempo prima, e gli aveva dichiarato che non poteva più vivere con lui sotto lo stesso tetto. Questa situazione durava da due giorni e si faceva sentire in modo penoso, tanto dai due coniugi quanto dagli altri membri della famiglia e sinanche dal personale di servizio. Tutti provavano l'impressione che la loro vita in comune non avesse più senso e che l'unione della famiglia e dei familiari di casa Oblonski fosse più effimera di quella delle persone che si trovavano casualmente riunite in qualsiasi albergo. La moglie non usciva dalle sue stanze; il marito era sempre fuori; i bambini correvano per la casa abbandonati a se stessi; l'istitutrice inglese aveva litigato con la governante e aveva scritto a un'[[amicizia|amica]] pregandole di trovarle un altro posto; la sguattera e il cocchiere si erano licenziati.
 
{{NDR|Lev Nikolaevič Tolstoj, ''Anna Karenina'', traduzione di Ossip Felyne, Biblioteca Moderna Mondadori, 1960.}}
 
===LEONELeone GINZBURGGinzburg===
Tutte le famiglie felici si assomigliano fra loro, ogni famiglia infelice è infelice a suo modo.<br>
Tutto era sossopra in casa degli Oblònskije. La moglie era venuta a sapere che il marito aveva avuto un legame con una governante francese ch'era stata in casa loro, e aveva dichiarato al marito che non poteva vivere con lui nella stessa casa. Questa situazione durava già da tre giorni ed era sentita tormentosamente e dagli stessi coniugi, e da tutti i membri della famiglia, e dai familiari. Tutti i membri della famiglia e i familiari sentivano che la loro coabitazione non aveva senso e che le persone incontratesi per caso in una locanda erano più unite fra loro che non essi, membri della famiglia e familiari degli Oblònskije. La moglie non usciva dalle sue stanze; il marito non era in casa da tre giorni; i bimbi correvano per tutta la casa come sperduti; la signorina inglese s'era bisticciata con la dispensiera e aveva scritto un biglietto a una amica, chiedendole di cercarle un nuovo posto; il cuoco se n'era andato via già il giorno prima durante il pranzo; la cuoca della servitù e il cocchiere s'erano licenziati.
{{NDR|Lev Tolstoj, ''Anna Karenina'', traduzione di Leone Ginzburg, Einaudi, 1993.}}
 
===MARIAMaria BIANCABianca LUPORINILuporini===
Tutte le famiglie felici sono simili le une alle altre; ogni famiglia infelice è infelice a modo suo.<br>
Tutto era sottosopra in casa Oblonskij. La moglie era venuta a sapere che il marito aveva una relazione con la governante francese che era stata presso di loro, e aveva dichiarato al marito di non poter più vivere con lui nella stessa casa. Questa situazione durava già da tre giorni ed era sentita tormentosamente dagli stessi coniugi e da tutti i membri della famiglia e dai domestici. Tutti i membri della famiglia e i domestici sentivano che non c'era senso nella loro convivenza, e che della gente incontratasi per caso in una qualsiasi locanda sarebbe stata più legata fra di sé che non loro, membri della famiglia e domestici degli Oblonskij. La moglie non usciva dalle sue stanze; il marito era già il terzo giorno che non rincasava. I bambini correvano per la casa abbandonati a loro stessi; la governante inglese si era bisticciata con la dispensiera e aveva scritto un biglietto ad un'amica chiedendo che le cercasse un posto; il cuoco se n'era già andato via il giorno prima durante il pranzo; sguattera e cocchiere avevano chiesto di essere liquidati.
{{NDR|Lev Tolstoj, ''[http://www.liberliber.it/libri/t/tolstoj/index.htm Anna Karenina]'', traduzione di Maria Bianca Luporini, in ''Tolstoj – Tutti i romanzi'', Sansoni editore, 1967.}}
 
===ENRICOEnrico MERCATALIMercatali===
Le famiglie felici si rassomiglian tutte. Ogni famiglia infelice, invece, lo è a modo suo.<br />
Tutto era sossopra nella famiglia Oblonskï. La principessa, avendo saputo che suo marito aveva una relazione con la governante francese che era stata in casa loro, aveva dichiarato a suo marito che ella non poteva più vivere sotto lo stesso tetto con lui. Questa situazione, che durava già da tre giorni, era penosa per gli sposi, nonché per tutti i membri della famiglia e per il personale della casa.<br />
{{NDR|Lev Tolstoj, ''Anna Karenina'', traduzione di Enrico Mercatali, Sonzogno, 1957.}}
 
==CITAZIONICitazioni==
*Scese, evitando di guardarla a lungo, come si fa col sole, ma vedeva lei, come si vede il [[sole]], anche senza guardare. (I, IX; 1960)
*Sì, amico mio, le [[Donna|donne]] sono una vite su cui gira tutto. (I, XI; 1993)
27 088

contributi